Sformato di funghi e patate

Più che uno sformato di funghi e patate si tratta di una vera e propria ricetta salva cena, un comfort food per donne in carriera.

Per tutte quelle volte che arrivate a casa dal lavoro talmente cotte che potreste direttamente servire voi stesse su un letto di rucola e basterebbe solo aggiungere un filo d’olio.

sformato di funghi e patate-main

COSA

  • 4 patate grandi
  • 1 scalogno
  • una noce di burro
  • una vaschetta di funghi misti freschi (o surgelati)
  • 2 spicchi d’aglio
  • 1 bicchiere di brodo
  • 5 o 6 fette di fontina
  • 2 fette di pane integrale
  • un filo d’olio evo
  • sale e pepe qb



COME

Vi racconto com’è andata. Sono entrata in casa, mi sono fatta sommergere dalle coccole rituali del rag. Zampetti, ho riempito una pentola d’acqua con una manciata di sale e ho acceso il fuoco, ci ho buttato le patate e poi mi sono infilata sotto la doccia. Relax.

Appena uscita ho controllato la cottura delle patate (perfette al dente) e le ho fatte raffreddare sotto l’acqua corrente per poterle tagliare senza finire al reparto grandi ustionati.

Ho tagliato lo scalogno a fette e l’ho fatto stufare con una noce di burro per un paio di minuti. Poi ho preso una vaschetta di funghetti misti freschi (ma potete anche usare quelli surgelati) e li ho saltati nella stessa padella con gli spicchi d’aglio (che poi ho rimosso), un filo d‘olio evo, sale, pepe. Ho aggiunto il bicchiere di brodo, ho abbassato il fuoco, coperto la padella e ho acceso il forno a 180°.

Sono corsa in bagno a cospargermi di unguenti profumati e a farmi una bella piega, perché quando mi sento carina cucino meglio. Ho poi alzato la fiamma e fatto riprendere tutto il brodo assicurandomi che i funghi fossero cotti.

E adesso inizia il bello. Lo sformato ha una struttura a lasagna, quindi si parte dalla pirofila con un filo di olio, le fette di pane integrale in cassetta per la base, fette sottili di patata lessa (io la buccia la tengo, mi piace), funghi e fette di fontina, poi di nuovo patate, funghi e fontina fino ad un ultimo strato goloso di fontina a striscioline e funghi (magari i più belli) in bella vista. Ho messo tutto in forno e ho cotto altri 10 minuti, giusto il tempo di apparecchiare e mettermi il nuovo smalto tortora appena comprato.

Poi è arrivata la dolce metà, che ha colto il profumo di funghi già sulle scale, complimentandosi con me per il piatto delizioso e per essere sempre in ordine. Pant!

Click.

 

17 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.