Olio extra vergine di oliva: l’importanza dei condimenti

Nella dieta mediterranea i condimenti, capitanati dall’olio extra vergine di oliva, sono fondamentali ma, come ben sappiamo, questi devono anche essere salutari. Insaporire i generi alimentari con semplicità, apportando maggiore gusto alle pietanze, non è semplice ma neanche impossibile.

Come rendere, allora, i nostri piatti sempre più gustosi? Con sostanze di ogni tipo, animali o vegetali, il risultato è completo e offre un’ottima esplosione di sapori. Ma sappiamo cos’è il condimento nel suo genere? Scopriamolo insieme.

Il condimento: un valore aggiunto ad ogni piatto

Il condimento può essere una salsa, cruda o cotta, nata per insaporire un piatto di pasta o una zuppa di verdure ma anche molto di più. Tra i condimenti, infatti, troviamo anche emulsioni di erbe aromatiche, spezie e agrumi, ai quali si uniscono gli oli e i grassi.

L’olio è davvero importante nella dieta mediterranea, soprattutto se si tratta di olio extra vergine di oliva DOP. Questo prodotto, detto anche oro verde, è da considerarsi un’eccellenza ma per fare in modo che sprigioni il meglio delle sue qualità deve essere servito nel modo giusto. Tra i grassi, invece, troviamo il burro, la margarina, lo strutto, la pancetta, il lardo e gli oli derivanti da semi. Anche se questi ultimi non sono proprio salutari, consumati con moderazione non destano particolari problemi o preoccupazioni (il consiglio, però, è di evitarli quanto più possibile). A fare compagnia ai condimenti ci sono anche le spezie e le erbe aromatiche. Bisogna aggiungere anche l’aceto, un antico ingrediente che esalta il gusto delle pietanze. Ricordiamo che un buon condimento deve essere sempre in grado di stimolare la secrezione della saliva e, quindi, l’aumento di succhi digerenti.

Cosa non può mai mancare sulla nostra tavola e ne rappresenta l’Abc in fatto di condimenti? Sicuramente il sale, l’olio extra vergine d’oliva dop e l’aceto. Ingredienti aromatici e gradevoli al gusto, piccole perle che solleticano i nostri sensi ed esaltano il sapore di ogni piatto.

Scopri le mie zucchine grigliate ai tre condimenti: con olio extra vergine di oliva piccante, orientale con salsa di soia e affumicato con salsa BBQ.

Olio extra vergine di oliva e l'importanza dei condimenti

L’importanza dell’olio extra vergine di oliva

L’olio extra vergine d’oliva è considerato un prodotto di qualità da servire su ogni piatto ma, va detto, è anche un potentissimo elisir per il nostro organismo. Dal punto di vista nutrizionale è povero di grassi e regola il colesterolo cattivo, colpevole di patologie cardiocircolatorie come infarti e ictus. Inoltre è una miniera di antiossidanti, quindi, fa bene alla pelle, ritarda l’invecchiamento cellulare e contrasta i radicali liberi.

L’olio extra vergine di oliva ha delle qualità del tutto uniche, che cambiano da varietà a varietà. Ciò che, però, accomuna tutti i prodotti è un gusto intenso e un inconfondibile aroma. A fare la differenza è anche il lavoro di frantoio: l’opera dell’uomo influisce molto sul prodotto finito e l’estrazione a freddo è in grado di preservare tutte le qualità organolettiche dell’oliva raccolta. Un buon olio extravergine d’oliva si riconosce per le sue fragranze floreali ed erbacee che stimolano l’olfatto, mentre al palato il gusto è fresco e persistente. Altre caratteristiche fondamentali di questo genere di condimento possono essere poi la piccantezza e l’amarezza. Sono due qualità che, se ben dosate, rendono il piatto unico nel suo genere.

Dai un’occhiata alle mie tartellette in frolla di olio extravergine di oliva.

Olio extra vergine di oliva e l'importanza dei condimenti

1 Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.