Singapore Curry: la ricetta di pollo

Una pasta di spezie e aromi fa da base intensa e saporita a questo Singapore Curry, uno dei piatti simbolo di questa straordinaria cucina.

Amo moltissimo la cucina di Singapore, un mix tra i profumi di tutte le cucine regionali cinesi, della cucina malese, indonesiana e indiana. Il Singapore curry, tra tutte le ricette di questa cultura gastronomica, è stata la prima che ho assaggiato e che ho voluto replicare.

Ho realizzato, come al solito, una mia versione, semplificata, di questo grande piatto, per renderla più accessibile anche con una dispensa etnica meno fornita. Nella ricetta tradizionale sono previste infatti le foglie fresche di curry, molto difficili da reperire in Italia, la citronella essiccata (che io trovo nei negozi etnici più forniti) e i peperoncini thai, che potrete però sostituire con dei peperoncini essiccati più comuni.

Altra piccola licenza poetica è nella scelta del taglio della carne, che nella vera ricetta del Singapore Curry di pollo è con le ossa, per un sapore più intenso. Io ho optato invece per un petto disossato per un risultato più delicato ma, soprattutto, per diminuire i tempi di cottura.

Ma veniamo subito alla mia versione del curry di Singapore al pollo.

Singapore Curry: la ricetta di pollo

ingredienti per 4 porzioni

COSA

per la pasta di curry
  • 1 cipolla rossa
  • qualche pezzetto di lemongrass essiccata
  • 1 peperoncino rosso (senza semi)
  • 2 cm di zenzero fresco
  • la parte verde di un cipollotto
  • 1 spicchio d’aglio
  • 2 cucchiai di olio (di cocco o di semi di arachidi)
per il curry di pollo
  • 1 cucchiaino di cumino in polvere
  • semi di coriandolo qb
  • 1 cucchiaino di curry in polvere
  • 450 g di petto di pollo
  • 350 g di patate
  • 250 ml di latte di cocco
  • sale e pepe qb

COME PREPARARE LA RICETTA DEL SINGAPORE CURRY

Per prima cosa ho realizzato la pasta di curry, frullando tutti gli ingredienti e versandoli in una padella antiaderente unta di olio. Ho soffritto per 10 minuti circa, per dare modo ad ogni ingrediente di esprimere il suo aroma, aggiungendo poca acqua per volta.

Passato il tempo di cottura della pastella, ho unito anche le altre spezie, le ho fatte tostare qualche minuto quindi ho unito il pollo, tagliato a dadini. Ho lasciato rosolare da ogni lato, ho aggiunto le patate, pelate e tagliate a dadini, una tazza d’acqua e il latte di cocco.

In alternativa potete saltare tutta questa prima parte e acquistare il kit per il Singapore Curry su Amazon* che contiene sia gli ingredienti per la pasta di curry che il latte di cocco in polvere.

Ho lasciato sobbollire, coperto, per 20/25 minuti, fino alla completa cottura del pollo e delle patate.

Il mio Singapore Curry è pronto per essere decorato, con qualche petalo di peperoncino e foglie di coriandolo (o prezzemolo) fresco.

Click.

Singapore Curry: la ricetta di pollo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.