Pesce di stagione: quale scegliere?

Ecco una curiosità dal mondo food che probabilmente cambierà il vostro approccio al consumo di questo alimento: anche il pesce ha la giusta stagione per il suo acquisto!

Pensate che acquistare pesce in inverno sia la stesso che in estate? Capisco benissimo le vostre facce perplesse! Molto spesso non siamo a conoscenza che esiste il pesce di stagione, proprio perché, con l’aumentare delle grandi distribuzioni alimentari, siamo stati fin troppo abituati ad avere ampia scelta tra le specie di pesce da portare in tavola. I mercati internazionali poi ci consentono di avere a disposizione pesce proveniente da tutto il mondo.

Bisogna specificare invece che si tratta di un prodotto la cui disponibilità è estremamente legata al periodo dell’anno. Così come per la frutta e la verdura, che nei giusti mesi di raccolta sono più ricchi di sapore e di proprietà nutritive, scegliere pesce di stagione porterà dei benefici al gusto e alla salute, ma anche alla naturale proliferazione delle specie marine.

In che senso? Quando si parla di stagionalità del pesce, ci si riferisce chiaramente alla disponibilità del prodotto nei mari con una preferenza al prodotto pescato invece che a quello di allevamento. Infatti, fatte salve alcune realtà di allevamento sostenibile e i brand che hanno ottenuto il marchio MSC, il pesce di allevamento andrebbe evitato.

Come accade per i prodotti di terra, anche quelli di mare hanno i propri clicli vitali e riproduttivi: rispettarli garantirà a noi di consumare un prodotto di qualità e a loro di completare le loro fasi riproduttive e di ripopolamento, senza interferenze o interruzioni. I pesci di allevamento sono costretti a vivere in piccoli spazi, con scarsa possibilità di movimento e poca acqua pulita, imbottiti di antibiotici per evitare malattie e infezioni.

Scegliere pesce di stagione va quindi a vantaggio dell’ambiente e del suo equilibrio, della nostra salute e delle nostre tasche.

Pesce di stagione: ecco quando portarlo in tavola!

Così come per la frutta e la verdura di stagione, alle quali forse diamo più attenzione, anche conoscere la stagionalità del pesce, serve. Così come studiare la sua provenienza. Ma non voglio fermarmi qui, nell’elenco vi inserirò anche qualche idea per cucinare il pesce di stagione al meglio.

Pronti? Iniziamo.

Pesce di stagione: quale scegliere?

Il rientro dei pescatori nel porto di Monopoli: pesce di stagione, pescato nei bellissimi mari della Puglia.

INVERNO

L’inverno è la stagione della triglia, del sarago, del pagello e dello sgombro. Troviamo anche sardine, alici, le vongole veraci perfette per zuppe o spaghetti al salto. Ma non può mancare polpo, da friggere, arrostire o cuocere in umido,e le seppie. È anche periodo per ricciola, rombo, pescatrice e palamita. Pala che? Se vi dico sarda scommetto che la conoscete già!

PRIMAVERA

Tra le new entry di questa stagione troviamo il sugarello, un pesce azzurro, spesso dimenticato, pescato nelle acque del Mar Adriatico, la gallinella, la spigola e la leccia, Troviamo ancora sgombro, sarago, palamita, pagello.

ESTATE

Finalmente arriva sulle nostre tavole la sogliola, un pesce delicato che io amo moltissimo, specie nei ragù bianchi per primi piatti di pasta. Ma non è sola, ecco il sugarello, la ricciola, buonissima anche cruda per carpacci e tartare, la spigola, la gallinella, il sarago, la sardina, e le alici. Regina indiscussa dell’estate è anche l’orata, un pesce dalle carni versatili, compatte e delicatamente saporite.

AUTUNNO

È il momento dell’alalunga, un pesce osseo, molto simile al tonno rosso, solo più piccolo, con il quale preparare tranci marinati da cuocere alla griglia. Ma anche spigola e triglia, che io adoro fritta, leggermente impanata nella farina integrale. Torna il rombo chiodato, la gallinella e il pesce lampuga, perfetto per le cotture al forno.

MANGIAMO DI STAGIONE

Proprio grazie alla versatilità del pesce in cucina, scegliendo tra le specie appena elencate, potrete sbizzarrirvi e mettervi alla prova con le diverse cotture e piatti davvero gustosi e super nutrienti! In umido, alla piastra o su griglia per portare in tavola un delizioso secondo piatto, preparare una calda zuppa o un sugo per condire un primo appetitoso!

Un consiglio in più? Abbinate il pesce di stagione alla verdura del periodo: si creeranno dei connubi di sapore e di sostenibilità ai quali non potrete più fare a meno.

Click.

Pesce di stagione: quale scegliere?

Il polpo “arricciato” dai pescatori del porto di Bari Vecchia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.