#VRE1: la mia Vercelli Rice Experience

È una domenica sera come tante altre quando Maurizio di Torino By Gnam mi contatta per comunicarmi che sono tra le partecipanti della #VRE1, l’evento organizzato per GliAironi Risi&Co.
30 secondi di gaudio e poi ansia vera. In un giorno dovrò pensare ad una ricetta da cucinare live nella bellissima cucina di Casa Verdi insieme ad altre 10 blogger… 4 idee e mille dubbi che subito, senza pensarci troppo Maurizio e Sandra mi aiutano a dipanare…

Sushi sia! Ma non un futomaki tradizionale, un FINTOMAKI. Una delle mie solite cose da cialtrona della cucina jappo.

Il 26 aprile, ad accoglierci alla stazione, tutto lo staff GliAironi, giornalisti e foodreporter, che ci accompagnano al mercato di Vercelli e ci consegnato una busta con 10€ con la quale fare la spesa. In 30 minuti.

All’arrivo a Vercelli. Photo by Silvia Pastore

 

Panico, mi serve una macelleria e non vedo la carne “giusta”. Così Sabrina di Terre Riflesse mi raccoglie e accompagna qualche passo dietro al mercato, dal suo macellaio di fiducia. “Trattamela bene” ed esce, lasciandomi con questo simpatico personaggio alla scelta di 100g di carpaccio di bovino piemontese. Poi di corsa fuori a cercare: 1 zucchina, 10 rapanelli, 50g di rucola, una foglia verde di porro e 75g di ricotta fresca.

Il riso (300g di riso per sushi), è ovviamente offerto da GliAironi. Pausa in una tipica caffetteria del centro e poi a Casa Verdi. Sotto a cucinare!

La mia postazione. Photo by Silvia Pastore

FINTOMAKI DI CARPACCIO CON ZUCCHINA CROCCANTE

Ho lavato il riso con acqua fredda per qualche minuto, scolato e trasferito in una pentola coprendolo di acqua per il doppio del suo volume. Ho cotto il riso con il coperchio per 10/15 minuti controllando che non attaccasse e aggiungendo, eventualmente, altra acqua. Nel frattempo ho steso il carpaccio di bovino e l’ho irrorato con olio evo, sale e pepe. A cottura ultimata ho spento la fiamma e mescolato il riso con 50ml di aceto di mele e 1 cucchiaino di zucchero di canna. Ho lasciato raffreddare completamente.

Nus alle prese con il riso. Photo by Silvia Pastore

Intanto ho lavato la zucchina e l’ho tagliata a listarelle per la sua lunghezza. Ho tagliato la foglia verde di porro a fili e li ho sbollentati un minuto e poi raffreddati sotto acqua fredda (per mantenere il colore acceso). Ho mondato e lavato i ravanelli e la rucola, trasferiti nel bicchiere del frullatore con un filo di olio evo, un pizzico di sale, 1 cucchiaino di peperoncino e due cucchiai di riso cotto (per dare corpo alla salsa verde). Infine ho lavorato la ricotta con una forchetta aggiungendo poco pepe nero grattugiato.

Ho preparato l’occorrente per realizzare il maki roll: una stuoietta di bambù, un foglio di pellicola e una bacinella di acqua fresca per tenere le mani sempre umide (il riso è peggio della carta moschicida!). Ho preso un pugno di riso e l’ho “spalmato” sulla pellicola in modo da formare un rettangolo ben compatto, ho posizionato a due dita dal bordo superiore il listello di zucchina, un cucchiaino di salsa verde, uno di mousse di ricotta, un paio di fili di porro e una fetta di carpaccio (ben asciugato dall’olio) arrotolato. Ho chiuso il roll aiutandomi con la stuoietta chiudendo le estremità di pellicola a “caramella”. Ho fatto riposare in frigorifero (l’ideale sarebbe un’ora circa) poi ho tagliato i maki utilizzando un coltello affilato da bagnare ad ogni taglio.
Ho tostato il sesamo con un pizzico di sale e pepe e ho “impanato” i maki all’esterno. Ho servito con i fili di porro rimasti e aceto balsamico.
Click (questa volta non miei, ma della bravissima Silvia Pastore)

E finalmente i FINTOMAKI. Photo by Silvia Pastore

Dopo gli assaggi e le foto ufficiali, giretto per Vercelli e merenda da Soul Kitchen.

Ringrazio tutti della bellissima iniziativa, gli organizzatori, le blogger, i giornalisti e Silvia per avermi immortalata nel mio profilo migliore.
Unico neo: il dispiacere di non aver potuto partecipare alla seconda giornata, il safari in risaia… Sarà per la prossima, a sentire le voci, la #VRE2 bolle già in pentola!

15 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.