Pizza ai frutti di mare

Questa pizza ai frutti di mare è un piatto ricco e gustoso, profumato e colorato, da portare in tavola in ogni stagione.

Amo moltissimo preparare la pizza ai frutti di mare con mozzarella tutto l’anno, giocando con crostacei e molluschi, creando ogni volta combinazioni diverse.

Per la mia pizza di pesce, ho utilizzato cozze, vongole veraci, code di gambero, seppioline, moscardini e polpo cotto di Sapore di Mare. Sono già puliti e in parte precotti, pronti, in pochi minuti, per diventare protagonisti di questa ricetta.

Ho scelto un impasto classico e una base rossa, con un mix di passata di pomodoro e pomodorini freschi, per aggiungere la giusta acidità alla mia pizza di mare.

Il tocco finale? La mozzarella sbriciolata, che potrai scegliere normale, senza lattosio o di bufala, per un risultato ancora più cremoso. Aggiungila alla pizza a fine cottura, così da non bagnare eccessivamente l’impasto e mantenerlo fragrante.

Ti lascio gli ingredienti per 4 pizze piccole, circa 20 cm di diametro, ma se ti piacciono più grandi, con queste dosi potrai realizzarne 3 normali (intorno ai 30 cm) o 2 maxi, per appetiti leggendari!

PIZZA AI FRUTTI DI MARE: L’IDEA IN PIÙ

Puoi creare e personalizzare la tua pizza aggiungendo o togliendo ingredienti ittici a tuo piacere. Ad esempio puoi scegliere di usare solo cozze e vongole, oppure unire anche dei bocconcini di pesce bianco, come merluzzo, scorfano o gallinella.

Se hai poco tempo puoi utilizzare un misto scoglio pronto, da saltare in padella e aggiungere con la mozzarella a fine cottura della pizza.

(post realizzato in collaborazione con Sapore di Mare)

Ingredienti

  • 300 g vongole
  • 300 g cozze
  • 300 g polpo (e/o moscardini)
  • 300 g seppie piccole
  • 300 g gamberi (code)
  • 2 mozzarella
  • 200 g pomodori pelati
  • 4 cucchiai passata di pomodoro
  • 1 spicchio aglio
  • olio extra vergine d'oliva
  • sale
  • pepe nero
per la pasta
  • 500 g farina (00 e manitoba)
  • 300 ml acqua tiepida
  • 3 g lievito secco
  • 2 cucchiai olio extra vergine d'oliva
  • 2 cucchiaini sale fino
  • zucchero
  • farina di semola di grano duro

Preparazione

  • Dosi per 4 pizze (20 cm) o 3 (30 cm)
  • Difficoltà: Normale
  • Tempo di preparazione: 3 ore (di lievitazione)
  • Tempo di cottura: 50 min
  • Categoria: Pizza
  • Tipo di cucina: Italia

COME PREPARARE LA PIZZA AI FRUTTI DI MARE

1

Sono partita dalla base, mescolando il lievito secco e lo zucchero alle farine (nel mio caso un mix 50:50 di manitoba e farina 00). Su una spianatoia o in una ciotola molto capiente ho versato l’acqua tiepida, l’olio e il sale, poco per volta.

Con l’aiuto di una forchetta ho mescolato dal centro, incorporando la farina poco a poco con le mani, impastando con energia per amalgamare tutti gli ingredienti, fino ad ottenere un composto elastico ma non appiccicoso.

2

Piegando i lembi esterni della pasta verso l’interno ho creato una forma sferica, liscia e compatta, che ho capovolto e fatto girare tra le mani appoggiate al piano di lavoro con i palmi leggermente rivolti verso l’alto, come a formare una V. Questa operazione si chiama “pirlatura”.

Ho posto l’impasto in una ciotola unta di olio e ho coperto con un canovaccio umido, lasciando riposare almeno 3 ore in un luogo caldo (io uso la funzione “rising” del mio forno che garantisce una temperatura costante di 30/35°).

3

Durante la lievitazione della pizza mi sono occupata dei frutti di mare, lessando le seppie e i moscardini per 10 minuti in acqua bollente, aggiungendo il polpo cotto gli ultimi 3 minuti.
Se li usi surgelati, non occorrerà scongelarli.

4

Intanto ho versato le cozze e le vongole in una padella e ho cotto con coperchio e senza condimenti per circa 5 minuti. Le ho scolate e tenute da parte.

5

Una volta cotti ho scolato i molluschi e li ho versati in padella con due cucchiai di olio evo e uno spicchio d’aglio schiacciato. Ho rosolato un paio di minuti aggiustando di sale e pepe, poi ho unito il prezzemolo tritato, i gamberi sgusciati e infine le cozze e le vongole, lasciando qualche guscio per un effetto scenografico finale. 5 minuti a fuoco vivo e ho spento la fiamma.

6

Dopo la lievitazione ho tagliato l’impasto in 4 parti, formato 4 palline, manipolandole il meno possibile, quindi ho steso ogni pallina su una spianatoia leggermente infarinata, spingendo coi polpastrelli dal centro per lasciare una sorta di cornicione.

7

Ho condito ogni pizza con un cucchiaio di passata di pomodoro, i pomodorini freschi tagliati a metà, un filo d’olio, sale e pepe.Ho steso le pizze su una teglia e infornato, forno caldo a 200°, per 15 minuti sul ripiano più basso. Quindi le ho tolte dal forno, sbriciolato mezza mozzarella per ciascuna e versato una porzione di frutti di mare.

Ho infornato nuovamente per altri 10 minuti, quindi ho servito in tavola.
Click.

La video ricetta della mia pizza ai frutti di mare

Altre ricette

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.