Tajine di pollo alla marocchina

Il tajine di pollo è un secondo piatto di carne tipico della cultura magrebina, in particolare del Marocco, che prende il nome dalla tradizionale pentola con cui viene preparato.

Come per tutte le sue versioni, vegetariane di carne o di pesce, anche il tajine di pollo è un piatto conviviale, da servire al centro della tavola e da gustare con pane pita o cous cous.

Una ricetta a lunga cottura, che non utilizza l’energia elettrica di forno o crock pot, ma sfrutta il materiale e la forma di questa tipica pentola in terracotta. Il particolare coperchio a forma di cono, facilita infatti il ritorno della condensa verso il basso, mentre il pomello sulla cima ha una doppia funzione: trattenere il vapore e mantenere il giusto grado di umidità e agevolare la presa.

Anche questa ricetta fa parte della mia rubrica ACCENDI L’APPETITO su Clic, il magazine di Accendi luce & gas Coop, ricca di piatti, tecniche e idee per cucinare “a basso impatto”.

post realizzato in collaborazione con Clic – accendilucegas.it

tajine di pollo alla marocchina
INGREDIENTI
  • 300 g di pollo (fusi o sovracosce)
  • 2 cucchiai di olio d’oliva
  • 1 spicchio d’aglio
  • 1 cipolla rossa
  • una manciata di uvetta
  • qualche mandorla pelata
  • 1 bustina di zafferano
  • 1 cucchiaino di zenzero in polvere 
  • curcuma qb a piacere
  • 1 patata
  • 1 peperoncino
  • 1 limone bio
  • coriandolo (o prezzemolo) fresco qb
  • 2 bicchieri di brodo di verdura o di pollo
  • sale e pepe qb
ingredienti per la tagine
COME PREPARARE IL TAJINE DI POLLO

Per prima cosa ho posizionato la mia tajine (sì, la pentola è LA tajine, mentre la ricetta è IL tajine) sul fornello e ho scaldato l’olio. Ho unito l’aglio schiacciato, la cipolla tagliata a spicchi, le mandorle, l’uvetta ammollata, lo zenzero in polvere, la curcuma e lo zafferano. Dopo 5 minuti ho aggiunto anche il pollo, facendolo rosolare per 10 minuti, girando spesso.

Intanto ho tagliato le patate e il limone a spicchi (sceglietelo bio, con buccia edibile) e il peperoncino a rondelle. Li ho disposti nella tajine, sopra al pollo, ho spolverato con il coriandolo (o il prezzemolo) fresco, un pizzico di sale e di pepe.

Dopo aver versato metà del brodo sugli ingredienti, ho coperto e fatto sobbollire a fiamma bassissima per 30 minuti. Ho aperto, mescolato delicatamente e girato i tocchetti di pollo e irrorato (se serve) con altro brodo. Ho chiuso e terminato la cottura per altri 30 minuti.

Note: se il piatto dovesse presentarsi troppo brodoso, è possibile togliere il coperchio e trasferire la parte inferiore della tajine direttamente in forno per farla asciugare un po’.

Ho servito con pane pita e cous cous, coriandolo fresco e una grattata di pepe nero.

Click. 

Anzi, Clic.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.