La ricetta creola delle polpette ai peperoni

Con i profumi intensi della cucina de La Réunion e dell’isola di Mauritius, queste polpette ai peperoni portano in tavola sapori di luoghi lontani, speziati e colorati.

La mia passione per le polpette sta sfiorando la patologia. Non mi basta più trasformare in polpetta tutti gli alimenti che mi capitano sotto tiro. Ho iniziato anche una ricerca a tappeto nelle cucine di tutto il mondo, per scovare ricette di golose rotondità etniche.

Oggi sono finita nell’Oceano Indiano, con questa preparazione tratta dal numero di luglio 2014 di Elle à Table, sfogliato anni fa sotto l’ombrellone nelle mie vacanze francesi. Si tratta di un piatto tipico Réunionnaise e Mauriziano (grandi amori già incontrati qui) che ripesco dalla #timemachine e vi ripropongo a distanza di tempo.

polpette ai peperoni

dosi per 12 polpette creole

COSA

  • 250gr di fagioli bianchi lessati
  • 1 spicchio d’aglio
  • 1 scalogno
  • 50gr di zenzero grattugiato
  • 1 peperone rosso (medio/grande)
  • 1 mazzetto di coriandolo fresco
  • 1 cucchiaino di curcuma in polvere
  • 1 cucchiaino di cumino in polvere
  • pan grattato
  • olio di semi qb
  • sale e pepe qb

COME

Ho frullato i fagioli ben scolati con l’aglio, lo zenzero e lo scalogno affettati. Ho aggiunto le spezie e il peperone a tocchetti. Al composto ho unito del pan grattato (sono andata ad occhio, pian piano, fino a raggiungere una consistenza malleabile ma non secca). Con le mani bagnate ho formato le polpette che ho disposto su una teglia ricoperta di carta da forno. Ho cotto a 180°, forno caldo, per 15 minuti per dare compattezza.

La ricetta originale prevede l’uso dei legumi secchi (come per i falafel) e la frittura ad immersione.

Ho ripassato in padella le mie polpette ai peperoni con un filo di olio di semi. Ho salato, pepato a piacere, decorato con fettine di lime e con il coriandolo tritato.

Click.

Vuoi rimanere aggiornato sulle novità dell’EnnesimoBlog? Seguimi su Instagram!

Load More
Something is wrong. Response takes too long or there is JS error. Press Ctrl+Shift+J or Cmd+Shift+J on a Mac.

2 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *