La cucina dei Mercati in Toscana di Giulia Scarpaleggia

La sinossi recita: questo libro è una raccolta di ricette tradizionali e di stagione e una guida ai migliori mercati alimentari della Toscana. In realtà, La cucina dei Mercati in Toscana è molto di più.

Lei è Giulia Scarpaleggia (Juls’ Kitchen) e questo è il suo quinto libro. Il primo nella mia personale classifica, perché ho vissuto con lei i mesi precedenti alla pubblicazione, gli entusiasmi e le incertezze, come spettatrice (più o meno) silenziosa della cura e della passione che Giulia e Tommaso mettono in tutte le cose che fanno. Soprattutto in questa.

La cucina dei Mercati in Toscana di Giulia Scarpaleggia

Io non sono una grande fan dei ricettari, specie di quelli della tradizione italiana. Mi piace sperimentare, stupire/mi e andare oltre i “si cucina così perché così si è sempre fatto”. Cerco libri che permettano visioni trasversali della cucina, chiavi di lettura sempre diverse a seconda del punto di vista dal quale osservi un territorio, una cultura, un ingrediente o una stagione.

La cucina dei Mercati in Toscana non è (solo) un libro di ricette. È un libro di storie, di volti, di ingredienti e di territorio che puoi portare in tavola. E questo mi piace moltissimo.

La cucina toscana si fa nelle case, nelle botteghe, negli orti e tra i banchi di un mercato – dice Giulia.

Si fa con le ricette tramandate di generazione in generazione sì, ma anche con l’ascolto della terra, del passare del tempo e delle stagioni. La tradizione che si piega al sole e alla pioggia e a quello che la terra e il mare riescono ogni giorno a dare. La tradizione che cresce con le esperienze di chi fa del buon cibo la propria vita, che affonda letteralmente le mani ogni giorno nella sua essenza. Una connessione che le bellissime parole di Giulia riescono a trasmettere anche a chi sfoglia questo libro.

Dalle strade cittadine di Firenze a quelle piene di fascino e mistero di Volterra, dalla Garfagnana alla selvaggia Lunigiana, dalle colline di velluto della Val d’Orcia a quelle coperte di vigne e olivi nel Chianti, dai mercati del pesce della costa ai casottini di frutta e verdura delle strade della Maremma.

12 capitoli, 12 viaggi negli angoli più diversi di questa straordinaria regione, storie di vita e sapori da assaggiare.

A Firenze c’è Maria col suo banco biologico, le mani grandi e forti di Paolo, che coltiva ogni giorno la sua terra e gli affettati di Albertino, i panini al lampredotto di Beatrice e i necci della signora Lucia in piazza Santo Spirito. E c’è la sua Val d’Elsa, nella quale mi ha accompagnata un anno fa, che ora, anche per me, profuma di casa, le cipolle di Certaldo di Erica e il simpatico Duccio che a Greve di Chianti coltiva piante aromatiche e officinali.

Mani che lavorano, che ci mostrano con fierezza i loro prodotti, che ci porgono un assaggio. Mani e volti dei mercati di Arezzo, della Lunigiana, della Garfagnana. Di Pistoia, Prato e Montecatini, del Mugello, di Lucca e del mercato del pesce della Versilia. Di Pisa, Livorno e della Maremma.

E poi ci sono le ricette.

Dai classici come la pappa al pomodoro e la panzanella, alle ricette di stagione ispirate dal mercato, come gli gnocchi ai funghi porcini o la torta di semolino e cioccolato con le pere.

Il cibo semplice, connesso con la storia, con le persone e con i luoghi, raccontato dal cuore di una donna che ama la sua terra.

Click.

Giulia Scarpaleggia

LA CUCINA DEI MERCATI IN TOSCANA

Guido Tommasi Editore

365 p.
2017

La cucina dei Mercati in Toscana di Giulia Scarpaleggia

2 Comments

  • Giulia ha detto:

    Sei riuscita a catturare benissimo lo spirito del libro, e sei riuscita a starci accanto attraverso tutte le vicissitudini che ci hanno portate alla sua realizzazione! grazie :*

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *