Pollo al curry di Madras

Questo curry di pollo arriva dal cuore della città di Madras, nel sud dell’India, e prende il nome da una delle miscela di spezie protagoniste della tradizione culinaria indiana.

Il curry di Madras ha un’aroma fragrante e caldo, che regala a questo pollo un carattere deciso e delicatamente piccante. Ho utilizzato la mia miscela preferita, dove curcuma, cumino e coriandolo sono protagonisti, un mix perfetto da assaporare in abbinamento allo Champagne Rosé Bollinger.

post realizzato in collaborazione con Gruppo Meregalli

Pollo al curry di Madras

Ho avuto per le mani questa bottiglia per alcune settimane prima di capire come abbinarla al meglio ad un piatto etnico per la mia rubrica #Food&Wine alla ricerca di abbinamenti enogastronomici tra finger food, cucina etnica e i vini della selezione del Gruppo Meregalli.

Lo champagne rosé non è semplice da accostare alle spezie, specialmente quelle più intense e piccanti. Dà il meglio di sé con i toni morbidi e gentili di vaniglia e cannella, zenzero (a patto che sia in polvere), noce moscata, cardamomo, zafferano, cumino, coriandolo, curcuma e anice.

Ho pensato quindi di abbinarlo al curry di Madras, con il suo ventaglio di aromi delicati, dove peperoncino e pepe, nemici di queste setose bollicine, sono presenti in percentuali più basse rispetto ad altre miscele. Ma, diversamente dagli abbinamenti tipici con i piatti di pesce, ho voluto provarlo con dei petti di pollo, con un buon risultato, che ben valorizza questo straordinario champagne.

Pollo al curry di Madras

COSA

ingredienti per 2 persone
  • 250g di petti di pollo
  • 1 cucchiaino di semi di senape
  • 1 cucchiaino di semi di nigella
  • 1 cucchiaino di semi di cumino
  • 40g di burro chiarificato
  • 1 cipolla rossa
  • 1 spicchio d’aglio
  • 1 cucchiaio di curry di Madras
  • 1 mazzetto di coriandolo fresco
  • 1 tazza di brodo di verdura

COME

Ho scaldato in una padella capiente i semi per 5 minuti, dovranno scaldarsi ma non bruciarsi. Ho quindi aggiunto il burro e la cipolla tagliata a fettine sottili, il curry di Madras e ho lasciato soffriggere per 5 minuti.

Questa fase di tostatura è fondamentale affinché tutte le spezie sprigionino il loro aroma.

Nel frattempo ho battuto i petti di pollo e li ho tagliati a striscioline sottili. Le ho unite alle spezie in padella e le ho fatte sigillare per 5 minuti. Ho abbassato la fiamma e aggiunto il brodo, poco per volta, fino alla cottura della carne (altri 5/7 minuti).

Ho servito con coriandolo fresco (o prezzemolo), irrorando la carne con il cremoso fondo di cottura, abbinandolo con un flûte di Champagne Rosé.

Click.

Pollo al curry di Madras

CHAMPAGNE BOLLINGER ROSÉ

Bollinger – AY – Champagne – France.

ASSEMBLAGGIO

62% Pinot Nero, 24% Chardonnay, 14% Meunier, 5% Vino Rosso.

MATURAZIONE

Un periodo di affinamento in cantina più di 2 volte superiore a quanto stabilito dal disciplinare dell’appellazione

CARATTERISTICHE

Riflessi bronzei, profumo di frutti rossi, note di ribes, ciliegia e fragolina di bosco e note speziate. Al palato: una sottile combinazione di struttura, persistenza e vivacità dove le note tanniche rimandano al suo carattere più vinoso. Bollicina fine come velluto.

ABBINAMENTO

Scampi, astice, salmone. La cucina giapponese o asiatica poco speziata. Dessert a base di frutta: macedonia, torta alle fragole, lamponi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.