Cuori di gamberi su vellutata di cavolfiori

Delle “codine innamorate” di gamberi argentini, abbinati ad una morbida e calda vellutata di cavolfiore. Perfetta per un piccolo aperitivo romantico, magari proprio per la sera di San Valentino.

Oggi è San Valentino e io e la dolce metà festeggeremo con una cena casalinga a macchine fotografiche spente. Ma ho recuperato una vecchia e romantica ricetta per voi, una vellutata di cavolfiori davvero speciale.

 

dosi per 2 piccoli assaggi

COSA

  • 10 code di gambero (argentine)
  • 2 cucchiai di Brandy
  • 1 cucchiaino di spezie Tandoori Masala (in polvere)
  • 4 cime di cavolfiore (lesse)
  • 1/2 bicchiere di latte di riso
  • 1/2 bicchiere di brodo di verdura
  • 1 noce di burro
  • 1 cucchiaio di olio evo
  • sale e pepe qb

COME

Ho preso le code di gambero, le ho sgusciate, pulite e risciacquate e poi saltate in padella con il brandy e un pizzico di sale. Ho spezzato a metà uno stuzzicadenti, ho accostato le code e le ho collegate, cercando di fare coppie di gamberi simili (d’altronde, chi si somiglia si piglia, no?) per formare dei cuori. Le ho disposte sul piatto, irrorate con un filo di olio evo e un pizzico di Tandoori Masala.
Poi ho preparato la vellutata di cavolfiore, che va servita calda, per tuffarci le code tiepide e creare un contrasto di temperatura. Ho usato le 4 cime di cavolfiore lessate, passate nel burro in padella pochi minuti e poi frullate con il latte (ho aggiustato la consistenza con poco brodo caldo).

Ho regolato la sapidità e ho servito la vellutata di cavolfiore in coppette spolverate di Tandoori Masala con accanto le codine innamorate.
Click.

4 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.