Vellutata di carote e bucce fritte: la ricetta antispreco

Pochissimi ingredienti da sfruttare interamente: ecco la mia vellutata di carote. Una ricetta antispreco che unisce la morbidezza della crema di verdure alla croccantezza delle sue bucce fritte.

Quella della vellutata di carote è una ricetta decisamente semplice, che non richiede particolari abilità, ma che per me è un comfort food veloce da preparare nei momenti di difficoltà. Quando cerco una coccola vellutata dopo una giornata difficile e un po’ di colore in un momento grigio.

E poi c’è il risvolto antispreco: le bucce delle carote infatti, opportunamente lavate e impanate in pochissima farina, possono essere fritte e diventare la parte croccante e “masticabile” si questa crema di carote.

Una ricetta buona e sostenibile!

Vellutata di carote e bucce fritte: la ricetta antispreco

ingredienti per 2 persone

COSA

  • 300 g di carote
  • 100 g di patate
  • 1 scalogno
  • 1 spicchio di aglio
  • 2/3 bicchieri di brodo di verdura
  • olio extra vergine di oliva qb
  • sale e pepe qb
  • farina qb
  • olio per friggere qb

COME PREPARARE LA VELLUTATA DI CAROTE

Per prima cosa ho preso le carote, le ho lavate con cura, aiutandomi con una spugna leggermente abrasiva. Quindi le ho pelate, ricavando con la loro buccia dei nastri, utilizzando un semplicissimo pelapatate come questo*, che ho tenuto da parte

Con le carote pelate, tagliate a rondelle e la patata, sbucciata e tagliata a dadini, ho fatto partire un soffritto, aggiungendo l’olio extra vergine di oliva, un pizzico di pepe, l’aglio pelato e privato dell’anima e lo scalogno sbucciato e tagliato grossolanamente. Per questo passaggio ho utilizzato un pentola antiaderente coi bordi alti.

Ho lasciato abbrustolire le verdure quindi ho coperto con il brodo, abbassato la fiamma e cotto per circa 15 minuti, aggiustando di brodo e di sale all’occorrenza. Al termine ho spento e frullato tutto con un frullatore ad immersione (qui c’è quello che uso io*).

Ho corretto con altro brodo nel caso fosse troppo densa, fino a raggiungere la consistenza desiserata. Ho riacceso il fuoco e tenuto in caldo a fuoco basso altri 5 minuti.

Nel frattempo ho impanato le bucce di carota in poca farina, leggermente salata e pepata. Ho scaldato l’olio di semi (io lo uso di arachidi) in un pentolino stretto e alto, quindi ho fritto per 5 minuti circa le bucce. Dovranno essere croccanti e leggermente dorate. Aiutandomi con una pinza, ho trasferito le bucce fritte su della carta assorbente da cucina.

Infine ho impiattato la mia crema di carote e patate, aggiungendo le bucce fritte, un filo di olio extra vergine di oliva a crudo e una grattata di pepe.

Click.

Vellutata di carote e bucce fritte: la ricetta antispreco

2 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.