Branzino in crosta con coulis di melagrana

Un secondo piatto di pesce ricco e gustoso: questo branzino in crosta nasconde, sotto al guscio croccante, carni tenere e profumate.

Ho scelto, per questo branzino in crosta, i branzini interi eviscerati piccoli di Sapore di Mare, già puliti, pronti da condire e infornare. Perfetti da servire a ogni commensale in modo che ognuno possa gustare questo pesce dalle carni delicate unite a una deliziosa panatura croccante molto sfiziosa.

Puoi realizzare la crosta utilizzando pane raffermo, ma anche avanzi di crackers, grissini e crostini: una texture antispreco che rende la ricetta ancora più interessante e gustosa.

E per aggiungere gusto e colore, ho voluto usare il succo di melagrana per realizzare una salsa leggermente acidula che ben si sposta con questo arrosto di pesce al forno. La sua nota aspra sostituisce

Puoi anche divertirti a sperimentare nuovi gusti per i tuoi coulis, utilizzando altri tipi di frutta, come ad esempio fragole e lampone, mango o pomodorini.

Ma veniamo alla ricetta del mio branzino al forno, perfetta per 2 persone, pronta in 40 minuti.

NON SOLO BRANZINO IN CROSTA

Questa ricetta è perfetta anche con orata, spigola e trota salmonata. Con tutti quei pesci dalle carni bianche e sode, da acquistare interi (meglio se già eviscerati). 

(post realizzato in collaborazione con Sapore di Mare)

Ingredienti

  • 600 g branzino 2 branzini piccoli eviscerati
  • 100 g mandorle a lamelle
  • 100 g pane raffermo
  • 6 cucchiai olio extra vergine d'oliva
  • 1 melagrana
  • 2 cucchiaio zucchero integrale
  • 1 limone grosso o 2 piccoli
  • 1 mazzetto erbe aromatiche
  • sale
  • pepe nero

Preparazione

  • Dosi per 2 persone
  • Difficoltà: Facile
  • Tempo di preparazione: 5 minuti
  • Tempo di cottura: 30 minuti
  • Categoria: Secondi Piatti

COME PREPARARE IL BRANZINO IN CROSTA

1

Per prima cosa ho tritato grossolanamente il pane raffermo (e altri avanzi di crackers e crostini). Ho unito l’olio evo, 3 cucchiai circa, e le mandorle a lamelle, mescolando con delicatezza.

2

Ho emulsionato i 3 cucchiai di olio evo rimanenti con il succo di un limone, la scorza grattugiata, le erbe aromatiche tritate, sale e pepe. Con questo composto ho massaggiato i branzini, soprattutto nell’interno, a contatto con le carni.

3

Ho coperto i branzini con la pastella e infornato a 180° per circa 25/30 minuti nel ripiano più basso.

4

Nel frattempo ho tagliato la parte superiore della melagrana, l’ho incisa a spicchi e l’ho sgranata, rimuovendo la pellicina bianca. Ho trasferito i chicchi (tenendone da parte qualcuno per il servizio) in un pentolino con lo zucchero e il succo di limone. Dopo qualche minuto di ebollizione, ho frullato con un frullatore ad immersione e passato in un colino a maglia fine, aiutandomi con un cucchiaino.

Se dovesse risultare troppo liquida, puoi versarla nuovamente nel pentolino, riportarla a bollore e aspettare che la salsa si addensi un po’.

5

Ho servito i branzini cotti, con la loro crosta croccante, servendo con i chicchi di melagrana tenuti da parte, la salsa e qualche fogliolina di erbe aromatiche.

Click.

LA VIDEO RICETTA COMPLETA È QUI:

CHE VINO ABBINARE AL BRANZINO IN CROSTA

Il primo abbinamento a cui ho pensato per questo pesce in crosta è stato un Offida Pecorino DOCG*, un vino marchigiano con note dolci di frutta e fresche di agrumi. In alternativa uno dei miei vini preferiti del nord-est: un Sauvignon Collio DOC*, un classico bianco friulano, con profumi delicati di frutti tropicali e vegetali.

>> Scoprilo subito

Altre ricette

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.