Burger di robiola di Roccaverano, zucca e funghi

Ci sono tutte le sfumature dell’autunno e dell’inverno in questo burger di robiola: c’è la zucca speziata, i funghi pioppini e il cavolo nero croccante. E ovviamente c’è lei, la bianca e cremosissima regina di questo panino al formaggio.

Mi sto appassionando sempre di più ai formaggi dal sapore intenso, come la robiola di Roccaverano, un formaggio artigianale a pasta morbida, realizzato sulle colline intorno al paese di Roccaverano in provincia di Asti. La presenza di latte caprino (al 100% o con un mix di latte vaccino) la rende sapida e pungente, perfetta per smorzare la dolcezza della zucca. Ma questo burger di robiola nasconde anche dei contrasti di consistenze, con i funghi pioppini trifolati ma, soprattutto con le chips di cavolo nero croccanti. La loro nota amara chiude alla perfezione questo cerchio di sapori.

Burger di robiola di Roccaverano, zucca e funghi

ingredienti per due burger di robiola

COSA

  • 300 g di robiola di Roccaverano
  • 2 panini tondi
  • 150 g di zucca
  • 4 foglie di cavolo nero o riccio
  • 4 cucchiai di olio d’oliva
  • 150 g di funghi pioppini
  • un mazzetto di prezzemolo
  • 1 spicchio d’aglio
  • sale e pepe qb

COME

Per prima cosa mi sono occupata della zucca, che ho sbucciato e tagliato a dadini. L’ho disposta su una teglia rivestita di carta da forno e l’ho irrorata con 2 cucchiai di olio, sale affumicato e pepe nero. Ho cotto, forno caldo statico a 180°, per 25 minuti, poi ho aggiunto le foglie di cavolo, leggermente unte di olio e ho cotto altri 5/10 minuti fino a renderle croccanti. A fine cottura ho appoggiato sulla teglia anche i 2 panini, tagliati a metà, per scaldarli un po’.

Nel frattempo mi sono occupata dei funghi, che ho lavato con cura e tagliato (i più piccoli sono perfetti anche interi). Ho soffritto l’olio rimanente con lo spicchio d’aglio, poi ho unito i funghi e cotto per 10 minuti, sfumando con poca acqua calda per volta, aggiungendo il prezzemolo tritato verso la fine della cottura e aggiustando di sale di pepe.

Una volta pronte le verdure è il momento di assemblare il nostro burger di robiola: una base di funghi trifolati, mezza robiola di Roccaverano (tagliata in orizzontale e rimodellata con l’aiuto di un coppa pasta come questo*), la zucca al forno speziata e infine il cavolo riccio croccante.

Click.

5 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.