FlatLay Tips – consigli per FlatLay perfetti: #7 the hero piece

Consigli, idee e tips per realizzare bellissimi FlatLay. Dall’angolo di ripresa agli oggetti trendy, dalla luce agli accorgimenti tecnici per valorizzare i vostri scatti #fromabove.

Abbiamo parlato di tecniche di ripresa e di come gestire i volumi dei vostri oggetti, di luce naturale e di sfondi per valorizzare lo scatto, di come costruire una composizione e di come scegliere i giusti colori per il vostro feeed.

Oggi voglio parlavi dell’hero piece.

Si tratta dell’oggetto protagonista del nostro scatto, ogni FlatLay dovrebbe averne uno. Non per forza al centro fisico della scena, da lui parte il nostro racconto visivo, fatto di dettagli e colori che ci aiutano a renderlo davvero la star dell’immagine.

Come un piatto al centro dello scatto, ci racconta che è una tajine di agnello, che profuma di mirto e ha la croccantezza delle mandorle, che è deliziosamente abbinato ad un vino rosso, che è fumante e comfort, quasi frugale e rustico.

Tajine di agnello e un rosso sardo

Vi avevo accennato al concetto di hero piece già nella pillola dedicata alla composizione, consigliandovi di iniziare da una composizione base, scegliendo un pezzo principale, costruendo intorno ad esso la scena.

Diciamo che questa “puntata” dei miei FlatLat Tips è meno tecnica delle altre. Infatti non vi voglio parlare di come scegliere il vostro eroe di scena, ma del perché farlo.

Uno dei rischi più grandi del flatlaying è quello di concentrarsi sull’aspetto, sulla disposizione gradevole degli oggetti, creando composizioni esteticamente funzionali ma senza anima. Con il conseguente errore di ripetere lo schema all’infinito, cambiando solo un paio di cose, invertendone l’ordine, aggiungendo un dettaglio qui, togliendone un altro di là.

Ma perché sto scattando questa foto? Cosa voglio comunicare? Qual è il racconto dietro a questi begli oggetti disposti carinamente su uno sfondo?

Ogni bel contenuto dovrebbe avere una bella storia da raccontare. Questa è una regola che vale per ogni tipo di scatto che condividiamo: content is king, ed è più importante della sua forma.

Un post condiviso da Anna Fracassi Stoppa (@lennesimoblog) in data:

Nei Flatlay, in particolare, il rischio di creare centinaia di scatti vuoti di significato è davvero altissimo, perché il richiamo dell’effimero e della sterile disposizione delle cose a volte è più forte dell’urgenza di raccontare qualcosa di coerente al nostro canale.

E il rischio di abbandonarsi all’ebbrezza di poter creare velocemente una moltitudine di immagini “copia e incolla” è ancora più grande (ci sono cascata anche io, ahimè).

Quindi il consiglio che vi posso dare è: scegliete prima di tutto cosa volete dire e poi individuate un oggetto che possa dare voce a questa storia. Che sia un piatto, un bijoux, un prodotto di bellezza, un oggetto a voi caro o, che ne so, un paio di occhiali da vista! 😉

Vi aspetto presto, con un altro piccolo consiglio per valorizzare i vostri FlatLay.

Intanto vi lascio la mia bacheca di Pinterest, per lustrarvi gli occhi e aprire la mente a nuove idee #topview.

Segui la mia board “FlatLay Tips” su Pinterest.

2 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *