FlatLay Tips – consigli per FlatLay perfetti: #2 volumi verticali

Idee e oggetti che non possono mancare nei vostri scatti FlatLay, i tips per un’inquadratura perfetta, consigli su luce, mood e colori #fromabove.

Non siete dei veri Instagramers se non vi siete arrampicati almeno una volta su una sedia per fotografare dall’alto una tavola imbandita, il vostro outfit disposto ordinatamente sul letto o fermato il traffico del centro per fare un click ai vostri piedi su un pavimento spettacolare.


La scena della tavola poi ha un che di comico! Soprattutto se si tratta di una tavola condivisa con altre persone: loro malgrado, dovranno attendere lo styling meticoloso di ogni oggetto e magari prestare le loro mani, immortalate nell’atto di afferrare un boccone o un calice, spesso in posa per lunghi interminabili minuti prima di addentare qualcosa.

Non mentite, sono certa che l’avrete fatto anche voi, almeno una volta.

Psicosi estetiche a parte, questo è un flatlay: uno scatto dall’alto, in pianta, di una composizione di oggetti, con temi trasversali che vanno dal food al fashion passando per beauty, books e travel.

Come promesso, ecco il secondo dei miei consigli per realizzare bellissimi FlatLay, non solo su Instagram!

FLATLAY TIPS: #2 VOLUMI VERTICALI

Come vi avevo già accennato nel primo FlatLay Tip, dedicato alla ripresa, nonostante lo stile imponga un punto di ripresa piatto, perfettamente perpendicolare al pavimento, io cerco sempre di  inclinare leggermente l’obiettivo verso l’alto. In questo modo, con una variazione di pochissimi gradi, riesco a far intravedere dettagli dell’oggetto che in una pianta perfetta sfuggirebbero, rendendolo quindi riconoscibile.

Oggi, su #lennesimoblogdicucina c’è una #ricetta #streetfood davvero speciale da abbinare ad una #birraartigianale

Una foto pubblicata da Anna Fracassi Stoppa (@lennesimoblog) in data:

Spesso però all’interno dell’inquadratura vogliamo inserire oggetti con volumi verticali più marcati, come una bottiglia, dei calici, una pianta fiorita o una lampada di design. La nostra impercettibile inclinazione non basta per “leggere” l’oggetto, intuirne la struttura e gli ingombri reali, soprattutto in altezza. E se inclinassimo maggiormente l’obiettivo verso l’alto, scendendo un poco… Addio Flatlay!

Il mio consiglio è quindi quello di disporre gli oggetti più alti nella parte superiore della composizione, così da sfruttare la leggera inclinazione per contestualizzarli maggiormente, senza perdere il giusto angolo di ripresa.

Quelli alti dietro, i più bassi davanti, come in una foto di gruppo!

Vi do appuntamento alla prossima settimana con un altro piccolo consiglio per FlatLay perfetti.

Intanto vi invito a seguire il mio canale FlatlayBreakfast: una raccolta di immagini #flatlay di colazioni, ripubblicate quotidianamente. Una vera miniera d’oro di ispirazioni!

Click.

FlatLay Tips – consigli per FlatLay perfetti: #2 volumi verticali

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.