Involtini vietnamiti di carta di riso con maiale e verdure

Gli involtini vietnamiti sono una ricetta che amo molto, della quale ho esplorato tantissime varianti, di carne, di pesce e verdura di stagione.

Non fatevi trarre in inganno, hanno la forma e l’aspetto dei classici involtini primavera della cucina cinese ma vengono consumati crudi invece che fritti. Gli involtini alla vietnamita sono realizzati con fogli di carta di riso (che potete trovare nei negozi specializzati o nei reparti di cibo etnico di molte grandi catene di supermercati).

Sono morbidi e molto saporiti, farciti con verdura di stagione, vermicelli di riso (opzionale), carne o pesce. Sono spesso accompagnati da una salsa leggermente piccante a base di soia e arachidi.

Un paio di mesi fa ho fatto una spesa food compulsiva e ho portato a casa una confezione di cialde di riso per involtini primavera, ma mi è sempre mancato il coraggio di provare. In effetti l’operazione non è semplice, la carta va ammollata e maneggiata con decisione ma in modo delicato… insomma, mi è sembrato di rivivere il momento in cui preparai il mio primo sushi maki. Ma questa è un’altra storia, ora vi racconto di questi involtini vietnamiti.

Involtini vietnamiti di carta di riso con maiale e verdure

 

dosi per due persone(10 involtini)

COSA

per gli involtini
  • 10 cialde di carta di riso
  • 2 fette di lonza di suino
  • una presa di spinaci freschi
  • 1 carota grande
  • 1 spicchio d’aglio
  • 1 scalogno
  • 2 cm di zenzero fresco
  • 1 cucchiaio di salsa di soia
  • 1 mazzetto di erba cipollina
  • 1 cucchiaio di olio di semi di arachidi
  • sale e pepe qb
per la salsa
  • 1 cucchiaio di burro di arachidi
  • 3 cucchiai di salsa di soia
  • 5/10 gocce di tabasco
per decorare
  • 1 cucchiaio di semi di sesamo tostati
  • 1 lime

COME

Ho tagliato la carota e lo scalogno a bastoncini. Ho pelato e tritato lo zenzero e sminuzzato gli spinacini. Ho scaldato l’olio di semi e l’aglio in un largo wok, ho saltato le verdure tagliate per 5 minuti, ho unito la lonza tagliata a striscioline sottili e ho continuato la cottura per altri 10 minuti (bagnando con poca acqua calda di tanto in tanto). Ho sfumato con la salsa di soia e ho trasferito in un recipiente per lasciar raffreddare.

Ho posizionato due piatti piani sulla superficie di lavoro riempiendone uno con ½ bicchiere di acqua calda. Ho adagiato nel piatto con l’acqua la cialda di riso, facendola ammorbidire 15 secondi, l’ho girata con attenzione e lasciata in ammollo altri 15 secondi. L’ho sollevata con delicatezza, scolata e appoggiata sul piatto asciutto.

Nella linea orizzontale mediana ho posizionato dei pezzetti di lonza, subito sotto ho allineato la verdura, sempre in orizzontale, e l’erba cipollina in fili. A piacere è possibile appoggiare anche una presa di vermicelli di riso lessati.

Partendo dalla parte inferiore, ho arrotolato l’involtino verso l’alto, fermandomi una volta superati il ripieno, ho ripiegato all’interno i lembi laterali e richiuso arrotolando anche l’ultima parte. Ho composto tutti gli involtini ripetendo questi passaggi, appoggiandoli su un panno asciutto, ben distanziati l’uno dall’altro. Ho lasciato riposare almeno un’ora.

Involtini vietnamiti di carta di riso con maiale e verdure

Nel frattempo ho preparato la salsa, stemperando il burro di arachidi con 1 o 2 cucchiai di acqua calda. Una volta ottenuta una consistenza fluida e morbida, ho aggiunto la salsa di soia, continuando a mescolare. Infine ho aggiunto il tabasco a piacere per dare piccantezza (la ricetta originale prevede 1 cucchiaio di salsa Hoisin e uno di salsa Sriracha al posto del tabasco e della salsa di soia).

Ho tagliato gli involtini vietnamiti a metà, con un taglio leggermente obliquo facendo uscire qualche filo di erba cipollina e li ho serviti decorati con fettine di lime, menta fresca, semi di sesamo… E la salsa di arachidi!

Click.

Vi è piaciuta questa versione? Provate i miei involtini vietnamiti con gamberi e verdure!

involtini vietnamiti ai gamberi

15 commenti su “Involtini vietnamiti di carta di riso con maiale e verdure”

  1. Ciao! molto ricercato questyo ingrediente! la carta di riso non è così semplice da trovare, ma si adatta perfettamente a questo tipo di ricette! Bravissima, ci piacciono i tuoi involtini e ancora di più come li presenti!
    eh..abbiamo parecchio da imparare 😉
    un bacione

    Rispondi
    • Grazie, è stata davvero dura assemblarli e maneggiarli, ho voluto dargli la presentazione più bella possibile per valorizzare tutta questa fatica!

      Rispondi
    • Neanche io Tata, convinta di dover friggere o cuocere al vapore (tipico della cucina cinese), la ricetta vietnamita da cui sono partita consiglia di consumarli freschi!

      Rispondi
    • Io di solito le faccio in forno perchè odio friggere, ma ieri sera ho provato anch’io la versione cruda….mi son piaciuti un sacco, ne avrei divorati una cinquantina 😉 ho apportando qualche modifica al ripieno usando le verdure che avevo e cuocendo carne e verdure in padella separatamente. Dopo un’altra ricetta azzeccatissima posso confermare che sei una certezza 😉

      Rispondi

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.