Una shepherd’s pie vegetariana

Una versione vegetariana della tradizionale Shepherd’s pie dove, al macinato di agnello, si sostituisce un ricco ragù vegetale a base di lenticchie.

Tranquillizzando la mia famiglia che teme io stia diventando vegetariana (non che ci sia nulla di male, ma già me la vedo mia mamma che mi chiama e mi dice “Nussinamangia la carnina che altrimenti ti scende il ferro“), oggi vi presento la versione vegetariana di un classico della cucina irlandese e angolsassone.

Non si tratta quindi della versione di carne della Shepherd’s pie (quella di Gordon Ramsey per intenderci, che ho tentato di replicare in una variante di manzo e maiale) ma di una proposta ugualmente gustosa che potrà rendere felici tutte le mie amiche vegetariane e qualche onnivoro che sceglie di fare una pausa dalle proteine animali di tanto in tanto.

shepherds-pie-vegetariana

ingredienti per 2 persone

COSA

  • 150 g di lenticchie secche
  • 1 carota
  • 1/2 cipolla
  • 1 gambo di sedano
  • 200 ml di brodo di verdura
  • 150 g di pomodorini pelati
  • 400 g di patate
  • 50 g di burro
  • 100 ml di latte
  • 1 spicchio d’aglio
  • 2 cucchiai di olio d’oliva
  • 1 foglia di alloro
  • sale e pepe qb

COME

Per prima cosa mi sono occupata del purè, lessando le patate in acqua salata per 20 minuti circa. Una volta intiepidite (non fate come me, mi raccomando) le ho sbucciate e schiacciate, aiutandomi con uno schiaccia patate. Ho unito il burro ammorbidito e il latte a temperatura ambiente, ho regolato di sale e pepe e mescolato con cura.

Nel frattempo mi sono dedicata alle lenticchie, che ho tostato in una casseruola con l’olio, l’aglio schiacciato, la cipolla e la carota tagliate a dadini piccoli e il sedano affettato fine. Dopo qualche minuto ho unito l’alloro e i pelati, sfumando con il brodo di verdure. Ho abbassato la fiamma e lasciato sobbollire per 30 minuti, girando di tanto in tanto aggiustando eventualmente di sale e di pepe o con acqua tiepida.

Appena le lenticchie saranno morbide, siamo pronti per infornare. Ho scaldato il forno a 200° e ho montato la mia shepherd’s pie vegetariana in una pirofila: prima il ragu di lenticchie, livellato con il dorso del cucchiaio, e poi la purea, da decorare a piacimento con i rebbi della forchetta.

Ho cotto 20 minuti tenendo d’occhio le punte del purè, che dovranno dorarsi senza bruciare.

Ho servito la shepherd’s pie vegetariana caldissima anche se, l’esperienza insegna, queste ricette al forno sono buone anche il giorno dopo riscaldate!

Click.

shepherds-pie-vegetariana

Tags

8 Comments

  • Lara Bianchini ha detto:

    è vero che oramai stiamo diventando tutte puriste… e per fortuna che cerchiamo di esserlo almeno nei blog… epperò la versione fast è intelligentissima, alla fine la vita è frenetica e riuscire a stare dietro a tutto è veramente difficle, magari il purè lo faccio che quello in busta non mi piace, ma cederò sicuramente alla lusinga della brisèe già stesa. Grazie per la splendida ricetta, che mi fa veramente BBBBuono!!!

  • Olga ha detto:

    Bellissima idea!!!! un bacione

  • Piovonopolpette ha detto:

    Ho fatto anche io una pie ieri… Non sono molto convinta, la prossima volta invece di seguire la ricetta proverò di testa mia. La tua mi piace moltissimo invece 🙂

  • Serena Verdepomodoro ha detto:

    sembra ottima! vegan mi piace un sacco!

  • Simona Roncaletti ha detto:

    Mi piace tantissimo!!!! Io durante la settimana sono sempre di corsissima e mi dedico a cucinare qualcosa di più elaborato esclusivamente nel weekend:) un bacione!

  • Chiara e Marco ha detto:

    Condivido in pieno! Anzi, io non solo durante la settima,a ma in alcuni periodo non ho tempo neanche per i pasti del weekend 🙁

    Marco di Una cucina per Chiama

  • La Cucina Imperfetta di Giuliana ha detto:

    Un piatto molto particolare!!! baci

  • conunpocodizucchero Elena ha detto:

    che figo! 😉
    io questa settimana ho fatto delle lasagne con una crema di lenticchie…ti piaceranno! Mi segno subito la tua ricetta perchè mi intriga da matti! grazie come sempre Nus

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.