Zuppa di guarigione

Una zuppa sana e calda, ideale per riprendersi dai malanni di stagione. Per una guarigione gustosa.

Ci siamo ammalati, io e la dolce metà, uno dopo l’altra siamo caduti sotto il fuoco dell’influenza. E via di tosse, febbre, aerosol e antibiotici.
E la fame un po’ ci era passata. Quando abbiamo cominciato a stare meglio ho servito questa zuppa di guarigione, sana e gustosa al punto giusto. Perché chi l’ha detto che quando si è malati bisogna mangiare solo cose tristi?

Per prima cosa ho lessato 4 cavolfiori, grandi come un pugno. Con l’acqua di cottura ho realizzato un brodo di verdura, aggiungendo 1/2 carota a pezzetti, 1 spicchio di finocchio, 1 rametto di aneto, una fetta di cipolla, sale e un filo di olio extra vergine.
Ho preparato un soffritto, con il resto della cipolla, un altro filo d’olio extra vergine, ho fatto insaporire i cavolfiori e ho aggiunto 2 mestoli di brodo. Ho fatto sobbollire per 5 minuti e poi ho frullato tutto, aggiungendo la verdura di preparazione del brodo e 2 cucchiai di panna da cucina.
Con il brodo avanzato ho fatto cuocere la pastina (a noi piacciono i quadrucci) che ho posizionato nelle coppette, sopra la vellutata.
Ho decorato la zuppa di guarigione con un rametto di aneto e l’ho servita caldissima.
Click.

14 commenti su “Zuppa di guarigione”

  1. Penso che riusciresti a far sembrare un piatto da re anche delle stelline in brodo… sei incredibile!!!
    Un saluto e Buona Domenica!!!

    Chiara

    Rispondi
  2. Che buona questa zuppa Nus!!! Anch’io in settimana ho avuto qualche malanno ma ora è passato tutto:)!
    Oggi ho cucinato per il tuo contest…in settimana pubblico!
    Un bacione!

    Rispondi
  3. Sarà pure l’ennesimo blog di cucina ma tu hai sempre spunti originali! Ottima la zuppa della guarigione, te la copio visto che sono in convalescenza…

    Rispondi

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.