Burger di cavolfiore con maionese di gambi e foglie

Un veggie burger di cavolfiore con una crosticina croccante e un cuore sostenibile. Da abbinare ad una maionese di recupero davvero speciale.

Per realizzare questo burger di cavolfiore ho utilizzato questo ortaggio in tutte le sue parti e la cottura a castello, per ottimizzare tempo ed energia.

Dopo aver pulito il cavolfiore e separato le cime dai gambi e dalle foglie, ho infatti utilizzato una sola pentola per lessare i gambi in acqua, cuocere a vapore le cime, nel cestello più basso, e le foglie in quello più alto.

Con le cime ho realizzato in burger vegetale, mentre con le foglie e i gambi una maionese speziata da abbinare. Nel morbido abbraccio di un pane integrale, ho aggiunto cavolo rosso a listelli marinato nell’aceto di mele per la parte croccante e acidula.

Per la parte verde un’idea antispreco: foglie di misticanza ripassate in padella 5 minuti con poco olio evo, sale e pepe. La soluzione perfetta per salvare dalla spazzatura l’insalata a foglia non freschissima.

Anche questa ricetta fa parte della mia rubrica ACCENDI L’APPETITO su Clic, il magazine di Accendi luce & gas Coop, ricca di piatti, tecniche e idee per cucinare “a basso impatto”.

post realizzato in collaborazione con Clic – accendilucegas.it

ingredienti per 2 burger

COSA

  • 1 cavolfiore (800 g circa)
  • 100 g di pangrattato
  • 1 uovo
  • il succo di ½ limone
  • 1 cucchiaino di senape
  • 80 ml di olio di semi
  • 2 foglie di cavolo rosso
  • una tazzina di aceto di mele
  • insalata misticanza a piacere
  • 2 burger bun integrali
  • olio extra vergine di oliva qb
  • sale e pepe qb

COME PREPARARE IL BURGER DI CAVOLFIORE

Per prima cosa ho pulito il cavolfiore separando le foglie, i gambi e le cime. Ho scaldato una pentola d’acqua e portato ad ebollizione, quindi ho versato i gambi nell’acqua, sistemato le cime in un primo cestello per la cottura a vapore e le foglie nel cestello superiore. Una volta chiuso il coperchio, ho lessato per 15 minuti.

Nel frattempo ho tagliato le foglie di cavolo rosso a striscioline e le ho irrorate con l’aceto di mele, sale e pepe. Ho scaldato un cucchiaino di olio evo in una padella e ho saltato per 5 minuti l’insalata salando e pepando.

Una volta cotte, ho trasferito le cime di cavolfiore in un mixer e ho frullato con l’uovo, il sale e il pepe, aggiustando di pan grattato per ottenere una consistenza malleabile. Con le mani bagnate ho formato i due burger (potete aiutarvi anche con un coppa pasta) e li ho cotti su una teglia coperta di carta da forno a 200° per 20 minuti.

 

Nel frattempo, con un frullatore ad immersione, ho frullato i gambi e le foglie con l’olio di semi, la senape, il succo di mezzo limone, un pizzico di sale e di pepe per ottenere una crema fluida (ma non troppo).

Una volta terminata la cottura dei burger li ho unti di olio e ripassati in padella, per formare una crosticina croccante. Nella stessa padella ho scaldato il pane.

Infine ho composto il mio burger di cavolfiore, con una base di maionese di gambi e foglie, l’insalata ripassata, il burger vegetale e il cavolo rosso.

Click.
Anzi, Clic.

burger di cavolfiore

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.