Crocchette di tacchino del ringraziamento e cranberry sauce

Ispirata dalla ricetta americana del tacchino ripieno, ecco le mie crocchette di tacchino. Polpettine croccanti profumate d’autunno, da intingere in una deliziosa salsa di mirtilli rossi.

E se il ripieno del tacchino del giorno del ringraziamento, invece di stare nascosto, diventasse protagonista del piatto? Ecco l’idea alla base di queste crocchette di tacchino, una ricetta da dispensa e di recupero super facile da preparare, per riutilizzare il pane raffermo e ritagli di carne avanzata.

E come per ogni tacchino ripieno che si rispetti, anche queste polpette di pane, carne e castagne si abbinano ad una cranberry sauce, una salsa di mirtilli rossi delicatamente aromatizzata con cannella e scorza d’arancia.

La base di queste polpette di tacchino sono dei semplici ingredienti che tutti noi abbiamo in casa, nel pieno stile del progetto Apro la Dispensa e Cucino. A patate, carote, cipolle, aglio, uova e pane raffermo, potrete aggiungere castagne, frutti rossi disidratati e sfilacci di carne di tacchino cotta.

Come per tutte le mie ricette da dispensa, si tratta di una preparazione molto versatile: potrete infatti prepararla anche con avanzi di pollo, di arrosto di manzo o maiale… oppure senza carne, per una versione vegetariana.

Crocchette di tacchino del ringraziamento e cranberry sauce

IL SEGRETO DELLA MIA SALSA DI MIRTILLI ROSSI

La cottura al forno le rende digeribili, il veloce giro in padella finale gli conferisce quella irresistibile crosticina croccante, ma è la salsa di mirtilli rossi a chiudere perfettamente il cerchio di sapori e consistenze.

Per realizzarla ho utilizzato la confettura di Cranberry della linea Fiordifrutta di Rigoni di Asiago, fatta con mirtilli rossi che crescono spontaneamente sui terreni marginali e paludosi. Si tratta di bacche di colore rosso intenso con un gusto piacevolmente aspro e delicatamente amaricante, perfetto in abbinamento alle preparazioni salate.

Ho usato questa confettura per riprodurre la classica cranberry sauce americana, a cui ho aggiunto pepe nero, cannella in polvere e zeste di scorza d’arancia bio.

Questa ricetta fa parte del progetto “Una giornata da dispensa con Fiordifrutta, nel quale io e le ragazze del team Apro la Dispensa e Cucino abbiamo creato 5 ricette, una per ogni momento della giornata.

Dalla colazione di Monica – lalunasulcucchiaio al dessert di Luisa – tacchiepentole, passando per la merenda di Cristina – goodfoodlab e la cena di Valentina – lacucinachevale. Senza dimenticare il delizioso pranzetto con le mie crocchette di tacchino del ringraziamento.

post realizzato in collaborazione con Rigoni di Asiago

Crocchette di tacchino del ringraziamento e cranberry sauce

ingredienti per 20 crocchette di tacchino

COSA

per le polpette
  • 300 g di pane raffermo
  • 1 carota
  • 1 scalogno
  • 100 g di carne di tacchino cotta
  • 1 spicchio d’aglio
  • 1 patata media
  • 250 ml di latte (anche vegetale)
  • 2 uova
  • 50 g di castagne lesse
  • un cucchiaio di mirtilli rossi essiccati
  • un mazzetto di erbe aromatiche miste (origano, rosmarino, salvia, maggiorana, timo)
  • 4 cucchiai di olio di oliva
  • sale e pepe qb
per la salsa di cranberry

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Anna Fracassi (@lennesimoblog)

COME PREPARARE LE POLPETTE DI PANE E TACCHINO

Per prima cosa ho ammollato 250 g di pane raffermo nel latte e ho fatto riposare in frigorifero per circa mezz’ora. Con i 50 g avanzati ho realizzato il pangrattato, aiutandomi con un mixer tritatutto.

Nel frattempo ho sminuzzato finemente la carota, la patata, l’aglio e lo scalogno e ho fatto soffriggere in una padella antiaderente con un filo d’olio. Ho sfumato con poca acqua, abbassato la fiamma, salato e pepato, proseguendo la cottura per circa 10 minuti facendo asciugare completamente i liquidi. Ho tolto dal fuoco e fatto intiepidire.

Dopo mezz’ora ho strizzato il pane, ormai morbido, eliminando l’eventuale latte in eccesso, ho unito le uova, le castagne sbriciolate con le mani, il soffritto ormai tiepido, il trito di erbe aromatiche e i mirtilli rossi essiccati. A questo punto ho unito anche la carne di tacchino cotta, sfilacciata o sminuzzata il più possibile. Ho mescolato con cura, aggiungendo, all’occorrenza, il pangrattato tenuto da parte per dare consistenza e aggiustando di sale e di pepe.

Con le mani bagnate, ho formato le mie polpette di tacchino e le ho disposte su una teglia ricoperta di carta da forno e ho infornato a 180° per 20 minuti.
Intanto mi sono occupata della salsa, emulsionando la confettura con le spezie e unendo la scorza dell’arancia (da scegliere rigorosamente bio con buccia edibile, non trattata) grattugiata con uno zester e parte del suo succo fino a renderla fluida (ma non troppo liquida).

Appena terminata la cottura in forno, nella stessa padella del soffritto, ho scaldato altri due cucchiai di olio e ho rosolato le polpette fino a renderle dorate e croccanti. Le ho servite con la salsa di mirtilli rossi, aromi freschi e qualche zesta di arancia.

Click.

Crocchette di tacchino del ringraziamento e cranberry sauce

2 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.