Sushi di salame, per aperitivi “irresistibili”

Fresco e delizioso, questo sushi di salame è perfetto per un aperitivo creativo, più o meno formale, da gustare con le bacchette… o in punta di dita. Un finger food divertente che può essere decorato e personalizzato in infinite varianti.

Con lo stesso spirito del mio sushi da dispensa con tonno in scatola, oggi voglio proporvi un altro finto sushi, questa volta di carne, con un cuore di salame morbido e sottili petali di salame affettato a fare da deliziosa chiusura.

Questa ricetta fusion nasce dalla collaborazione con Citterio, salumificio a gestione familiare con più di 140 anni d’esperienza, per promuovere la linea “gli irresistibili”: bastoncini, fettine e salamini fuori frigo. Morbidi, allegri, gustosi e 100% italiani, “gli irresistibili” sono il perfetto mix tra sfizio e tradizione. Li trovate in una pratica confezione, subito pronti per essere consumati come spuntino veloce o per la preparazione di piatti più ricercati.

Mi sono ispirata anche alle ricette realizzate per Sale&Pepe dallo chef Stefano Grandi de Il Santa Bistrò Moderno Moderno. Idee davvero… irresistibili!

Come vi dico sempre: non fatevi spaventare dall’aspetto: realizzare questo sushi di salame è davvero semplicissimo. Dovrete solo avere un po’ di cura nel lavaggio e nella preparazione del riso. Una volta fatta vostra questa operazione, potrete sbizzarrirvi a farcire il vostro sushi da dispensa con tutti gli ingredienti e gli abbinamenti che la fantasia vi suggerisce.

post realizzato in collaborazione con Citterio

Sushi di salame, per aperitivi "irresistibili"

ingredienti per 4 roll – 20 uramaki

COSA

  • 200 g di riso originario (per minestre)
  • 24 IRRESISTIBILI BASTONCINI CLASSICI e/o PICCANTI
  • qualche fetta di IRRESISTIBILI FETTINE DI SALAME
  • 1 carota
  • 2 zucchine
  • 1 cetriolo
  • una manciata di spinacini
  • 2 cucchiai di aceto (meglio se di mele)
  • 1 cucchiaino di zucchero (di canna)
  • 2 fogli di alga nori (opzionale)
  • erbe aromatiche o germogli a piacere
  • succo di lime a piacere
  • olio extra vergine di oliva
  • qb sale e pepe qb

Sushi di salame, per aperitivi "irresistibili"

COME PREPARARE IL SUSHI DI SALAME

La fase più impegnativa e importante di questo tipo di preparazione è senza dubbio la preparazione del riso. Potete usare il classico riso per sushi oppure optare per il riso originario, per minestre, con il chicco tondo e compatto. Per evitare l’eccesso di amido e l’effetto colloso, lavo il riso con cura, lasciandolo a bagno per qualche ora, cambiando l’acqua ogni 30 minuti e risciacquandolo abbondantemente prima di metterlo in pentola.

La cottura è simile a quella pilaf, per assorbimento. Io ho coperto il riso con tanta acqua pulita da superare di una volta il volume del riso. Ho acceso la fiamma e cotto, fuoco lento con coperchio, fino al completo assorbimento dell’acqua e alla formazione dei “buchetti” tipici di questo tipo di cottura (nel mio caso per circa 15 minuti, partendo da acqua fredda). Quindi ho tolto dal fuoco, condito con aceto, meglio se di mele o di riso, lo zucchero (integrale o di canna) e un pizzico di sale, lasciando raffreddare completamente.

Intanto mi sono occupata delle verdure, iniziando con il lavarle accuratamente. Ho sbucciato la carota e ho ricavato 10 nastri, aiutandomi con una mandolina. Ho ridotto la carota avanzata in bastonicini sottili e lunghi. Nello stesso modo, ho ricavato 10 nastri dalla buccia delle zucchine e tagliato l’interno in 6/8 parallelepipedi. Ho sbollentato le parti di zucchina 2 minuti in acqua in ebollizione. Poi sono passata al cetriolo e l’ho tagliato a fette, quindi a bastoncini stretti e lunghi, più o meno della stessa dimensione, come per le carote. Ho condito tutta la verdura con pochissimo olio, sale, pepe e una spruzzata di lime.

Poi ho allestito l’area di lavoro: una stuoietta di bambù con adagiato sopra un foglio di pellicola per alimenti. Con le mani bagnate ho disposto il riso al centro della stuoia, in un rettangolo, cercando di schiacciare il riso meno possibile.

Bagnate spesso le mani per evitare di rimanere con più riso sulle dita che sulla suoietta!

In questa fase potete mettere anche l’alga nori, prima del salame e degli altri ingredienti. Ma andrà bene anche senza.

Al centro del rettangolo di riso ho disposto 6 Irresistibili bastoncini di salame, a gruppi di 3, per coprire tutta la lunghezza, le foglie di spinacino leggermente arrotolate, la julienne di carote e quella di cetriolo.

Ho chiuso, arrotolando il mio uramaki di salame partendo dal basso, aiutandomi con la stuoietta e avendo cura di non inglobare la pellicola del roll. Una volta arrotolato completamente ho esercitato una leggera pressione sul cilindro di riso e l’ho lasciato riposare in frigorifero per almeno 30 minuti.

Ho ripetuto per ottenere 4 roll.

Così come per le mani, anche il coltello che taglierà il nostro finto sushi dovrà essere continuamente bagnato, per scivolare e tagliare con precisione.

Una volta tagliati i 4 roll, li ho avvolti con i nastri di carote o di zucchina e impreziositi con una fettina di salame e qualche germoglio. Nel caso vogliate utilizzare due bastoncini di salame differenti (normale e piccante) potrete poi differenziarli con la copertura esterna a nastro.

Ho servito con salsa di soia, ma, potrete dare sapidità e il giusto livello di acidità con qualche goccia di Aceto Balsamico di Modena o un boost di sapore con della senape in grani.

Click.

Sushi di salame, per aperitivi "irresistibili"

1 Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.