Pasta al pesto di fave e dei suoi baccelli

Ormai la cucina zero waste sta diventando per me un modo naturale di cucinare. E proprio dall’idea di ridurre lo spreco nelle ricette di tutti i giorni, nasce questo pesto di fave e di baccelli di fave. Con il profumo del basilico e il gusto intenso di aglio e pinoli.

Tutto è iniziato con un bellissimo vassoio di fave trovate al reparto ortofrutta del mio supermercato di fiducia, erano circa 250 g. Quando sono tornata a casa, fantasticando sulle mille ricette da preparare, ho cominciato a sbucciarle e alla fine il risultato mi ha lasciata perplessa. Sulla destra una micro ciotolina di fave, sulla sinistra una montagnola di baccelli da buttare. Non è possibile, mi sono detta, che non ci sia modo di utilizzare tutto. E così (come feci per il pesto di gambi di cime di rapa) mi sono inventata questo pesto di fave, dove i baccelli sono gustosi protagonisti!

Pasta al pesto di fave e dei suoi baccelli

ingredienti per un barattolo di pesto di fave

COSA

  • 250 g di fave intere
  • 1 cucchiaio di pinoli
  • 3 cucchiai di Parmigiano Reggiano
  • un mazzetto di basilico
  • 1 spicchio d’aglio senza anima
  • olio evo qb
  • sale e pepe qb

COME

Per prima cosa ho mondato le fave tagliando le estremità, poi tirando il filamento laterale, le ho aperte in due e separato le fave dal loro baccello. Ho risciacquato i baccelli e li ho tagliati in 3 parti, quindi li ho lessati, in acqua leggermente salata già in ebollizione, per circa 10 minuti. Quindi li ho scolati e fatti raffreddare. Ho riunito le fave crude, i baccelli lessati, il Parmigiano, l’aglio e i pinoli (tostati) nel bicchiere del mixer, ho iniziato a frullare aggiungendo l’olio evo a filo, fino ad ottenere la giusta consistenza. Infine ho aggiustato di sale e di pepe e ho unito anche il basilico, frullando a più riprese per non scaldare troppo le lame e ossidare il suo bel colore.

Intanto ho lessato la mia pasta corta preferita (i Tortilli di Verrigni) e l’ho ripassata in padella con il mio pesto di fave. Ho condito con un filo di olio a crudo, qualche pinolo e foglie di basilico fresco.

Click.

Pasta al pesto di fave e dei suoi baccelli

1 Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.