Vellutata di lenticchie, funghi, riso e crumble di salsiccia

Nata come antipasto caldo, questa vellutata di lenticchie è perfetta per inaugurare un pranzo importante: un goloso assaggio morbido e avvolgente, con il twist croccante del riso e della salsiccia.

Un mix di risi integrali, diversi per forma e colore, che aggiungono consistenza e leggerezza ai sapori importanti dei funghi e delle vellutata di lenticchie.

post realizzato in collaborazione con gliAironi

Vellutata di lenticchie e funghi con riso integrale e crumble di salsiccia

ingredienti per 4/6 verrine:

COSA

  • 400gr di lenticchie lessate
  • 400gr di funghi misti
  • 100gr di riso “long grain” mix
  • 100gr di salsiccia dolce di suino
  • 1 spicchio d’aglio
  • 1 scalogno
  • 1 mazzetto di erba cipollina
  • 2 cucchiai di olio evo
  • sale e pepe qb

COME

Ho affettato lo scalogno, sbucciato l’aglio e li ho fatti imbiondire con 1 cucchiaio d’olio evo in una larga padella. Dopo qualche minuto ho aggiunto i funghi, un pizzico di sale e di pepe e fatto cuocere per 10 minuti.
Ho prelevato qualche fungo intero per la decorazione, aggiunto le lenticchie lessate e fatto insaporire altri 5 minuti, poi ho frullato finemente per ottenere una vellutata cremosa e fluida aggiungendo acqua (o brodo) per aggiustare la consistenza. Ho versato la vellutata in una casseruola e tenuto in caldo.

Nel frattempo ho lessato il mix di riso, scolandolo al dente.

Ho scaldato una piastra antiaderente, sbriciolato la salsiccia con le mani e l’ho cotta senza condimenti, spezzettandola ulteriormente con un cucchiaio di legno. Tenendo la fiamma viva, ho asciugato il grasso della salsiccia con un foglio di carta da cucina. Ho continuato la cottura fino ad ottenere delle briciole croccanti e asciutte, ben dorate. Ho aggiunto il riso scolato alla salsiccia e fatto insaporire un paio di minuti.

Ho servito la vellutata di lenticchie in piccoli bicchieri di vetro, aggiunto qualche cucchiaio di riso e salsiccia e decorato con i funghi tenuti da parte, erba cipollina sminuzzata e un filo di olio a crudo.

Click.

1 Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *