Pizza alla ricotta e mirtilli

Una ricetta insolita e divertente: ecco la mia pizza alla ricotta. Un’impasto base arricchito da cime di rapa e mirtilli, per stupire e stupirvi con abbinamenti inusuali ma decisamente gustosi.

Questa pizza alla ricotta è la classica dimostrazione che io in cucina non amo seguire le regole, ma sperimentare, sempre e comunque. E quando queste sperimentazioni producono dei buoni risultati, buoni anche da mangiare, io torno qui e vi racconto le mie avventure.

Questa volta ho provato a sostituire la classica mozzarella con la ricotta, che dopo la cottura in forno resta compatta ma sempre cremosa, e i mirtilli, che con il calore rilasciano il loro succo, colorando e insaporendo la pasta. Un retrogusto acidulo e leggermente dolce ben bilanciato dalle spezie e delle foglie più tenere delle cime di rapa.

Per prima cosa la base, 500 g di farina00, due dita di acqua calda dove stempero 1 cucchiaino di sale e 1 bustina di lievito secco. Verso l’acqua nel centro della farina e inizio a mescolare con calma da lì, amalgamando poco per volta anche la farina intorno. Aggiusto con altra acqua (sempre tiepida), quanto serve, e impasto con forza una decina di minuti sul piano di lavoro infarinato. Lascio lievitare una prima volta almeno 3 ore, in un luogo caldo comprendo con della pellicola, quindi impasto nuovamente e faccio riposare altre 3 ore. Poi, finalmente, la pasta è pronta per essere tirata e farcita a piacere.

Una manciata di mirtilli e 150 g di ricotta fresca cosparsa a cucchiaini, un mazzo di foglie di cime di rapa, le più giovani e tenere, che ho conservato dopo aver pulito le cime (e che facevo, le buttavo?).

Olio extra vergine d’oliva, solo un filo, pepe nero, una spolverata di menta secca e di peperoncino, origano e basilico essiccato. E il sale, perché non è una focaccia dolce.

Click.

10 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.