Tris di polpette di mare

Polpette, o, come le chiama la mia dolce metà, PALLINE, di pesce però. E come spesso accade nelle mie ricette c’è un trittico di gusto! Tonno, salmone e merluzzo.

Ecco come le ho realizzate (le dosi sono per 15/20 polpette per tipo).

tris di polpette di mare

POLPETTE DI TONNO CON RICOTTA E OLIVE VERDI

Ho mescolato 200 g di tonno al naturale ben strizzato con 150 g di ricotta, sale, pepe, una manciata di olive verdi tagliate a rondelle, un uovo intero e due cucchiai abbondanti di pan grattato. Ho formato le “palline” e le ho impanate in un altro po’ di pan grattato.

POLPETTE DI SALMONE CON FORMAGGIO E PAPRIKA

Ho utilizzato una busta da 200 g di salmone affumicato (in alternativa si può usare quello fresco e cuocerlo a dadini con un filo d’olio) che ho tritato grossolanamente con una grossa patata lessa. Ho aggiunto 100 g di formaggio spalmabile (dai che avete capito quale), sale, pepe, un uovo intero e una bella cucchiaiata di paprika. Aiutandomi con del pan grattato (si può regolare la consistenza aggiungendone un po’ direttamente nell’impasto) ho realizzato le polpette.

POLPETTE DI MERLUZZO E OLIVE NERE

Ho cotto due filetti di merluzzo con un filo d’olio e un cucchiaio di limone, ho aggiunto una grossa patata schiacciata, sale, pepe, olive nere tagliate a rondelle (sono perfette le taggiasche) e un cucchiaio di erba cipollina fresca tagliata fine. Ho formato le “palline” sempre aiutandomi con il pan grattato.
In questo caso attenzione, l’assenza dell’uovo le rende meno coese.

Ho cotto tutto in forno, 180°, per 20 minuti (sono tutti ingredienti precotti), su una teglia ricoperta di carta da forno, fino alla doratura.

COME ACCOMPAGNARLE?

Con una salsa a base di yogurt, aglio frullato (da cuocere senz’anima in poco latte per almeno 3 volte, 5 minuti di ebollizione ciascuna, sostituendo il latte ogni volta), sale, pepe ed erba cipollina.

Click.

15 Comments

  • Sara ha detto:

    Permettimi di dirti che alternandole me le mangerei tutte, una più invitante dell’altra.
    Ciao, Sara

    • Nus ha detto:

      Eh sì, perché parti mangiandone una per tipo, poi ti dimentichi com’era la prima che hai assaggiato e ti tocca ricominciare da capo…

  • Chiara e Marco ha detto:

    Solo l’idea mi fa impazzire! Quanto vorrei assaggiarle! TUTTE!

    Marco di Una cucina per Chiama

  • breakfast at lizzy's ha detto:

    Sfiziosissime, soprattutto se accompagnate da una salsina come quella lì! buone!

    • Nus ha detto:

      Sì la salsa era sfiziosa, e l’aglio così bollito non era per nulla pesante (sai che io lo soffro sempre un po’).

  • Elisa ha detto:

    Stupende! Me le papperei tutte! 🙂

  • La cucina di Tatina ha detto:

    Polpettine così sono sfiziosissime!

  • Elvira Coot ha detto:

    AHha ma perché gli uomini non riescono mai a defnire correttamente le cose?? 🙂 Fantastiche queste polpette, palline che siano 🙂
    In bocca al lupo per il contest.

    • Nus ha detto:

      Grazie cara, pensa cos’ha detto davanti al piatto di gnocchi con i ceci di qualche settimana fa… “Bello, un piatto di palline di palline. Come l’hai chiamato? Palline alla seconda?”.
      Incorreggibile.

  • 'Le ricette dell'Amore Vero' di Claudia Annie ha detto:

    mi segno subito la ricetta! complimenti!!!
    baci 🙂

  • Tiziana ha detto:

    davvero appetitose le tue “palline” di mare!!! quelle con la ricotta pià o meno le conosco le altre devo provarle perchè mi ispirano!!! complimenti come sempre

  • Arianna ha detto:

    Senza parole……la foto dice tutto!!!! Troppo brava!!!!

  • GG ha detto:

    Ciao, grazie per essere passata sul mio blog, ricambio la visita con molto piacere! Adoro le polpette e queste fatte da te mi mettono un’acquolina in bocca che neppure ti immagini!
    chissà che bontà!
    Un bacione, GG

  • Barbara ha detto:

    hanno un aspetto davvero invitante. E poi adoro le polpette, non so perche` non le faccio mai. Ma queste devo provarle 😉

  • Francesca ha detto:

    Eh come ti capisco! le polpette sono quello che sono…ho fatto un post simile, ma tutte di verdure!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.