Cipolle rosse ripiene

È un po’ che mi frulla per la testa la ricetta delle cipolle rosse ripiene, da quando ho intravisto una foto su un giornale di cucina con un’orrenda cipolla bianca ripiena di… Boh, non si capiva.

Non ho colto la ricetta, ma ho colto l’idea (tanto poi lo sapete che faccio sempre di testa mia). Al posto delle anemiche cipolle bianche ho scelto delle coloratissime cipolle di Tropea, con una sfumatura purple che adoro (vi ho mai parlato per la mia ossessione per gli ortaggi viola?).

A differenza di tanti piatti che presento sul mio blog, questa è complessa e richiede del tempo e tanta pazienza, quindi, se volete provarla, dedicateci almeno un’ora, sarà ben spesa.

cipolle-rosse-ripiene

Per prima cosa prendete delle belle cipolle rosse, tonde, preferibilmente tutte uguali, sbucciatele e tagliate la base in modo che si appoggino dritte e bollitele 10 minuti a fuoco vivo con un pizzico di sale. Lasciatele raffreddare in modo da tenerle in mano (ci tengo a dirlo, perché io ci sono cascata come un pollo) e tagliate il “cappello” superiore.

Poi, aiutandovi con uno scovolino, un coltello, uno stuzzicadenti, la santa pazienza e l’intercessione dei santi del paradiso, svuotatele lasciando dai 2 ai 4 anelli (dipende dalla dimensione originale, in generale ricavate dello spazio per il ripieno senza compromettere la stabilità della cipolla).

Io al secondo tentativo ho scoperto che premendo delicatamente dall’alto verso il basso, l’interno della cipolla fuoriesce dalla base senza bisogno di scomodare nessun santo patrono. Tenete da parte l’interno (buttate le anime, è meglio) e tagliatelo a listelle sottili, passate in padella con un filo d’olio evo, delle foglie di spinaci freschi (io ho usato le più piccole e tenere) e tre belle cucchiaiate di lenticchie cotte (anche qui, sta a voi, prepararle la sera prima lessandole, o utilizzare una scatola pronta).

Quando tutto si è dorato e ha preso sapore ho farcito le cipolle col composto, aiutandomi con le dita per pressare bene il contenuto. Ho foderato una piccola pirofila di carta da forno, ho adagiato le cipolle, ho spruzzato con poca acqua e qualche rametto di rosmarino e ho cotto 25/30 minuti a 180°, termoventilato. Se il vostro forno è aggressivo potreste coprire la teglietta con dell’alluminio fino a metà cottura e poi scoprirla.

Hint: per non seccare il cappello della cipolla, mettetelo in forno a 5 minuti dalla fine!

Click.

13 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.