Granola in vasetto: 3 idee da regalare

Un’idea semplice e veloce per un regalo di Natale dell’ultimo minuto: la granola in vasetto è un pensiero salutare e originale che può essere personalizzato secondi gusti e necessità. 

Questa granola in vasetto si può consumare per colazione o per uno snack goloso nel latte, nello yogurt, sulla frutta o nei frullati. Ad una base di avena tostata possiamo aggiungere, frutta secca, frutta a guscio, chips di mela, di banana o di cocco, gocce di cioccolato e semi.

Io ho pensato per te a 3 versioni, una GOLOSA, una ESOTICA e una FRUTTOSA. Divertiti a sceglierle in base a chi pensi di regalarla!

E se vuoi personalizzare le tue etichette, ti lascio la grafica da stampare su un foglio bianco e compilare con il tuo nome e la data di produzione. Abbinala ad un cartoncino ricavato da scatole di recupero, per un risultato antispreco.

Anche questa ricetta fa parte della mia rubrica ACCENDI L’APPETITO su Clic, il magazine di Accendi luce & gas Coop, ricca di piatti, tecniche e idee per cucinare “a basso impatto”.

post realizzato in collaborazione con Clic – accendilucegas.it

granola in vasetto

INGREDIENTI

per la golosa

  • 250 g di avena
  • 50 g di arachidi non salate
  • 3 cucchiai di olio (di cocco o di semi)
  • 50 g di anacardi
  • 50 g di gocce di cioccolato
  • 100 ml di sciroppo d’acero o miele

per l’esotica

  • 250 g di avena
  • 50 g di noci Pecan
  • 3 cucchiai di olio (di cocco o di semi)
  • 50 g di cocco secco in scaglie
  • 50 g di banane secche
  • 100 g di zucchero di cocco

per la fruttosa

  • 250 g di avena
  • 50 g di frutti rossi essiccati
  • 3 cucchiai di olio (di cocco o di semi)
  • 50 g di uvetta
  • 50 g di mandorle a lamelle
  • 100 g di miele d’acacia

Ingredienti

Preparazione

  • Difficoltà: Facile
  • Tempo di preparazione: 5 minuti
  • Tempo di cottura: 60 minuti
  • Categoria: Dolci

COME PREPARARE LA GRANOLA IN VASETTO

1

Il procedimento è uguale per tutti i 3 gusti, fatta eccezione per la “golosa” dove le gocce di cioccolato vanno aggiunte a freddo, dopo aver cotto la granola, prima di chiudere il barattolo.

Ho riunito gli ingredienti secchi in una ciotola, ho versato l’olio e la parte zuccherina (sciroppo d’acero, zucchero o miele) e mescolato con cura, unendo poca acqua calda per volta (max mezzo bicchiere) per amalgamare bene tutto.

2

Poi ho rovesciato il composto su una teglia rivestita di carta da forno e livellato con la spatola, quindi ho cotto 50/60 minuti a 160° o fino a quando sarà tutto dorato, asciutto e croccante.

3

Una volta completamente raffreddata, è pronta per essere rotta grossolanamente con le mani e riposta in vasetti di vetro di recupero (che ti consiglio di sterilizzare). Si conserva fino a 7/8 giorni ed è perfetta per le colazioni di festa, da abbinare a yogurt e frutta fresca. 

Click.  Anzi, Clic.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.