Frittata di spaghetti al pomodoro

La frittata di spaghetti è una ricetta di recupero facile e gustosa. Antispreco ed economica ci permette di portare in tavola un primo piatto completo e delizioso, con pochissimi ingredienti.

Ho deciso di trasformare la classica frittata di spaghetti in piccole frittatine di pasta al pomodoro, da cuocere al forno e da arricchire e personalizzare con quello che la nostra dispensa ci offre.

Una ricetta da dispensa quindi, super economica e furba, che può trasformarsi di volta in volta: dai dadini di prosciutto al formaggio grattugiato, dalla verdura di stagione alla mozzarella aggiunta a freddo.

Ma veniamo alla ricetta delle mie frittatine di pasta al forno.

Frittata di spaghetti al pomodoro

ingredienti per 2 persone (4 piccole frittate di spaghetti al pomodoro)

COSA

  • 200 g di spaghetti
  • 2 uova
  • 150 g di passata di pomodoro
  • 1 spicchio d’aglio
  • 5 cucchiai di olio extra vergine di oliva
  • origano secco qb
  • sale e pepe qb

COME PREPARARE LA FRITTATA DI SPAGHETTI AL SUGO

Per prima cosa ho lessato gli spaghetti in abbondante acqua salata in ebollizione seguendo il tempo indicato sulla confezione. Nel frattempo ho preparato il sugo di pomodoro, soffriggendo 1 cucchiaio di olio con l’aglio schiacciato, unendo la passata di pomodoro, l’origano e aggiustando di sale e di pepe. Ho lasciato insaporire per 10 minuti, quindi ho unito gli spaghetti, scolati, ho mescolato, spento la fiamma e fatto intiepidire.

Intanto ho acceso il forno a 200° e ho uno 4 piccole teglie (come queste*) con i 4 cucchiai di olio rimasti. Una volta intiepidita, ho versato sulla pasta le 2 uova precedentemente sbattute, ho mescolato e diviso gli spaghetti conditi nelle 4 teglie.

COME CUOCERE LA FRITTATA DI PASTA AL FORNO

Sebbene si possa friggere in padella ho preferito preparare le mie frittate di spaghetti al forno, cuocendo a 200° per 10/15 minuti, fino ad ottenere le punte croccanti e abbrustolite.

Ho servito al naturale, con qualche fogliolina di origano fresco, ma saranno perfette con formaggio grattugiato, Parmigiano Reggiano, Grana Padano o pecorino romano, con del formaggio filante aggiunto in cottura come scamorza o provola, con dadini di prosciutto o petali a crudo, con verdura di stagione come nastri di asparagi o pisellini lessati.

L’unico limite? La vostra fantasia!

Click.

1 Comment

  • Gianni ha detto:

    Che meraviglia! Proverò la ricetta ma due cose mi vengono in mente: viva la pappa con il pomodoro! come cantava una simpatica canzone, e la cucina di mia madre! Semplice ma genuina! Adoro!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.