Riso venere alle sarde su pesto di spinaci

Una ricetta dall’aspetto elaborato ma che in realtà è davvero semplice e veloce da realizzare. Questo riso venere alle sarde ha tutto il sapore del mare e la morbidezza della vellutata di spinaci.

Una vera e propria “ricetta da dispensa”, da personalizzare con quello che gli scaffali della nostra cucina ci offrono. Riso e conserve ittiche sono infatti alimenti molto comuni che, con qualche ingrediente fresco e un pizzico di creatività, possono trasformarsi in un piatto WOW. Come questo riso venere alle sarde.

Potete declinarlo in tantissime varianti, seguendo quello che avete in dispensa o i vostri gusti, sostituendo alle sarde in scatola dei filetti di tonno o di sgombro. Potrete anche variare il riso, utilizzandone uno rosso, integrale, un Basmati o un semplice parboiled.

Infine potrete attingere dal banco della verdura di stagione per realizzare una vellutata sempre diversa. Dai piselli ai broccoli, passando per gli asparagi o cavolo nero.

Io ho voluto utilizzare gli spinaci freschi per celebrare la primavera, arricchendo il mio pesto con il gusto intenso dell’erba cipollina del mio orto sul balcone.

[#aproladispensaecucino]

riso venere alle sarde su pesto di spinaci

Il delizioso porta stuzzicadenti che ho utilizzato per servire il pesto di spinaci fa parte della collezione Estetico Quotidiano di Seletti, in vendita qui*.

ingredienti per 2 piatti di riso venere alle sarde

COSA

per il pesto di spinaci
  • 2 mazzetti di spinaci
  • una noce di burro
  • 1/2 spicchio d’aglio
  • un mazzetto di erba cipollina
  • sale e pepe qb
  • brodo di verdura qb
per il riso
  • 150 g di riso venere
  • 100 g di sardine sott’olio
  • 1/2 spicchio d’aglio
  • 2 cucchiai di olio extra vergine di oliva
  • 1/2 bicchiere di vino bianco secco

COME

Per prima cosa mi sono occupata del pesto di spinaci: ho lavato e spezzato grossolanamente con le mani gli spinaci, che ho soffritto in padella con il burro e l’aglio (tenendo da parte le foglioline più piccole e tenere per la decorazione finale). Ho salato, pepato e unito l’erba cipollina, cuocendo qualche minuto. Una volta appassite le verdure, le ho versate nel bicchiere del mixer e, aggiungendo poco brodo per volta, ho raggiunto la giusta consistenza della mia vellutata: setosa e fluida, ma non troppo liquida.

Ho lessato il riso, l’ho scolato e tenuto da parte.

In una padella antiaderente capiente, ho scaldato l’olio e l’aglio, ho unito le sarde sott’olio ben scolate e ho soffritto qualche minuto. poi ho sfumato con il vino, facendolo evaporare completamente. Infine ho unito il riso venere scolato e fatto insaporire qualche minuto.

Ho impiattato il mio riso venere alle sarde versando a lago la vellutata di spinaci ed erba cipollina e, con l’aiuto di un coppa pasta, ho posizionato al centro il risotto nero.

Tocco finale: qualche fogliolina di spinacino e un filo di olio extra vergine di oliva a crudo.

Click.

riso venere alle sarde su pesto di spinaci

4 Comments

  • Manuela e Silvia ha detto:

    Ciao, il pesce è un alimento importante di qualsiasi dieta alimentare, nella nostra cucina non manca mai e, almeno due volte a settimana, lo inseriamo ne menù!
    Molto molto semplice ma gustoso questo riso venere. Una preparazione diversa e leggera, ottimo pure l’accostamento di sapori.
    Bravissima.
    baci baci

  • una pinguina in cucina ha detto:

    …io sul pesce sono un po’ ignorantella…non sapevo neanche della divisione!! Però hai ragione quando dici che il blog ti arricchisce di conoscenza!! Brava e grazie della condivisione!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.