Insalata invernale

Un’insalata invernale perfetta come contorno di un pasto importante o come spuntino leggero per una pausa pranzo in ufficio.

Chissà perché l’insalata è una cosa che prepariamo più volentieri d’estate… forse perché è fresca, forse per stare leggeri. Sta di fatto che d’inverno ci sono verdure di stagione gustosissime ed è un peccato perdersele. Ecco come nasce questa insalata invernale.

E lo sapete, ve lo dico sempre: mangiare di stagione è importantissimo!

Realizzarla è semplicissimo: ho tagliato a fette sottili una piccola barbabietola lessata (ben asciugata nella carta da cucina), ho lavato della valeriana e qualche foglia di verza bianca, che ho tagliato a listelli molto sottili. Ho aggiunto una manciata di chicchi di melograno e dei dadini di pane ai 5 cereali tostato. Ho condito con un cucchiaio di olio extra vergine delicato, il succo di un’arancia, sale affumicato e pepe verde.

Ho decorato la mia insalata invernale con erba cipollina e ho servito in piccole mono porzioni.
Click.

5 BUONI MOTIVI PER SCEGLIERE FRUTTA E VERDURA DI STAGIONE

GUSTO: è innegabile, i prodotti di stagione sono più buoni, saporiti e profumati.

SALUTE: il prodotto coltivato e raccolto nel rispetto della sua stagionalità contiene una quantità maggiore di nutrienti e principi attivi, con la giusta quantità di calorie.

SOSTENIBILITÀ: pensate al costo ambientale delle verdure estive coltivate a dicembre, illuminate a giorno in grandi serre, fertilizzate e riscaldate. Per non parlare di costi di conservazione e di trasporto…

MENO PESTICIDI: le piante costrette a crescere fuori dalla loro stagione sono più deboli e vulnerabili all’attacco di insetti e parassiti.

RISPARMIO: i prodotti di stagione sono sostenibili anche per il portafoglio, non hanno bisogno di serre, non richiedono energia aggiuntiva per crescere e maturare. Vivono all’aperto e sfruttano il calore del sole.

2 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.