Radici amare al timo e miele

Le radici amare sono una varietà di cicoria con molte proprietà benefiche per l’organismo, sono infatti depurative per intestino e fegato. Hanno un sapore intenso che occorre bilanciare con alcuni tricks di preparazione.

Come vi scrivevo in questo post, ho acquistato mezzo chilo di radici amare e ho fatto alcuni esperimenti. Il sapore è davvero intenso e la versione con burro e curry non è riuscita a smorzare l’amaro che lasciano. Quindi questa volta, oltre alla tradizionale marinatura in acqua e limone (che ha proprio l’obiettivo di togliere l’amaro in eccesso) ho condito le mie radici amare con miele di timo, dolce e aromatico.

Ho pelato 200gr di radici amare, aiutandomi con un pela patate, tagliate a bastoncini e messe a marinare alcune ore in una ciotola d’acqua, 1 mazzetto di timo e il succo di un limone. Il limone aiuta ad attenuare l’amaro e le mantiene bianche, il timo le profuma.

Poi ho trasferito il contenuto della ciotola in una pentola, acqua compresa, con un pizzico di sale, e ho lessato 40 minuti. Ho scolato e irrorato le radici con un’emulsione di 1 cucchiaio di olio extra vergine, 1 cucchiaio di miele di timo Mielbio Rigoni di Asiago, sale, pepe e un mazzetto di timo fresco tritato. Ho aggiunto 5 fiocchetti di burro, ho passato nel grill per 10 minuti
Ho servito le mie radici amare calde, decorandole con rametti di timo.
Click.

 

6 Comments

  • Babe - La Cucina di Babe ha detto:

    Sai che è qualche minuto che continuo a guadare il tuo post e dire: ohhhhhh
    Insomma mi intriga tantissimo quindi andrò alla ricerca di quelle radici! U.U

  • Chiara e Marco ha detto:

    Ho sempre visto le radici amare al supermercato, ma non sapevo come usarle 🙂 da provare!

    Marco di Una cucina per Chiama

  • Federica ha detto:

    Qui non ho mai visto le radici amare ma sarei curiosissima di assaggiarle e sicura anche che mi piacerebberp molto vista la mia passione per radicchi vari e cicoria. Mi intrigra un sacco la tua proposta :D!

    • Nus ha detto:

      Io le ho trovate al supermercato (anche se la settimana dopo non c’erano più). Spero tu riesca a trovarle, meritano!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.