Fiori di risotto al Parmigiano Reggiano e olive nere

Una ricetta di recupero che trasforma gli avanzi di un pranzo in uno stuzzicante aperitivo: tanti piccoli fiori di risotto, insaporiti dal Parmigiano e dalle olive nere.

Magari a volte manco di tecnica, ma quando si tratta di inventarsi qualcosa di buono e bello da un frigo che urla pietà, sono una campionessa.

Come queste palline di risotto bianco al parmigiano avanzato. Sapete quelle porzioni troppo piccole per farci un piatto vero? Però guai a buttarlo via. E così mi sono inventata uno stuzzichino per un aperitivo “pettinato”.

post realizzato in collaborazione con Parmigiano Reggiano

Fiori eduli: i fiori di zucca

Ho preso una cucchiaiata di risotto freddo, l’ho modellato nella mano a forma di pallina e gli ho infilato al centro un cubetto di parmigiano. Sono riuscita a farne 6, che ho passato in forno 10 minuti su una teglia rivestita di carta da forno. Ho servito le palline calde, con il loro cuore filante di formaggio, al centro di un fiore di zucchina aperto e ripieno di olive nere a cubetti (anche di queste ne restano sempre 5 di numero sul fondo del vasetto, a voi no?).

Ho servito i miei fiori di risotto in una ciotolina con sale nero di Cipro e un filo di olio piccante e ho decorato ogni petalo con un bastoncino di Parmigiano Reggiano.
Anche questo aperitivo è salvo!

Click.

Con questa ricetta partecipo all’iniziativa di Parmigiano Reggiano Chef per creare cultura in cucina.

ECCO I PRINCIPI DELLO SMARTCOOKING

RISPETTA.
Cibo che sta per scadere? Non buttarlo via. Se non puoi cucinarlo subito offrilo in regalo agli amici o ai tuoi vicini.
RIDUCI.
Non sprecare cibo vuol dire ridurre gli scarti e adoperarli in maniera intelligente, come nuovi ingredienti.
RIUSA.
Non buttare via gli avanzi ma trasformali in nuove e gustose ricette.
RIPONI.
Conserva gli alimenti in maniera corretta utilizzando sempre gli appositi contenitori o la pellicola trasparente. I cibi resteranno freschi più a lungo.
RIFLETTI.
Guarda quali ingredienti hai già in casa, prima di decidere cosa cucinare. Scoprirai che magari non c’è nulla da acquistare.
RISCOPRI.
Per le tue ricette prova a utilizzare ingredienti semplici e spesso poco usati.
RICORDA.
Coinvolgi nel mondo dello SmartCooking anche genitori e nonni. Resterai stupito dai preziosi consigli che sapranno offrirti.

24 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.