Insalata tirolese con speck e ravanelli

Reduce dalle mie scorribande altoatesine, oggi ho deciso di pranzare con questa insalata tirolese, usando proprio lo speck acquistato in Alta Pusteria. Per sconfiggere la nostalgia di quei luoghi meravigliosi, una forchettata alla volta.

È una ricetta molto semplice e veloce da realizzare, perfetta per quando si ha poco tempo (e poca voglia di accendere i fornelli). Potete usare lo speck crudo o, per un risultato più croccante, passarlo in padella, asciugarlo con della carta da cucina e sbriciolarlo sulla vostra insalata.

edit 2018

Insalata tirolese con speck e ravanelli

ingredienti per 2 persone

COSA

  • 1 mazzo di cicorino
  • 1/4 di cavolo cappuccio (bianco)
  • 1oo g di speck tagliato sottile
  • 6 ravanelli
  • 1 cucchiaino di semi di cumino
per la vinaigrette
  • 2 cucchiai di olio evo
  • 1 spicchio d’aglio
  • 2 cucchiai di aceto di vino bianco
  • sale e pepe qb

COME

Ho affettato il cicorino e il cavolo cappuccio molto sottili, lo speck a striscioline e i ravanelli a rondelle. Quindi ho tostato i semi di cumino (potete metterli anche al naturale ma, credetemi, il profumo che daranno all’insalata dopo la tostatura è tutto un altro paio di maniche!) e ho realizzato la vinaigrette, emulsionando tutti gli ingredienti.

Infine servito le verdure e lo speck irrorate con la vinaigrette, cospargendo la mia insalata tirolese di semi di cumino tostati. Ho accompagnato con pane nero e un calice di Müller-Thurgau.

Click.

Insalata tirolese con speck e ravanelli

10 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.