Furo Chic: tradizioni giapponesi e sostenibilità per la mia schiscetta

Furo Chic è il “porta schiscetta” nato dalla collaborazione di Schisciando, il blog che ha fatto della schiscetta uno stile di vita, e di AltriLuoghi, il brand di “Food lifestyle” italiano in salsa sostenibile

Dalla tradizione giapponese del furoshiki al tavolo del mio ufficio, passando per sostenibilità, stile e colore.

Furo Chic: tradizioni giapponesi e sostenibilità per la mia schiscetta

dopo decine di tentativi, ecco il mio Bento Box avvolto nel mio Furo Chic!

Realizzato in cotone biologico e stampato con colori vegetali, Furo Chic si ispira al tradizionale furoshiki giapponese, un involucro di tessuto normalmente utilizzato per avvolgere e trasportare bento (una sorta di schiscetta nipponica), libri e persino vestiti, rielaborato in chiave italiana, valorizzando uno dei migliori ingredienti della tradizione Made in Italy: l’artigianalità.

Presentato a Milano proprio il primo giorno di primavera, Furo Chic è un prodotto di manifattura rigorosamente italiana, che racchiude, tanto nei motivi che lo decorano, quanto nei colori utilizzati per tingerlo, i tratti di un’altra eccellenza del Belpaese: la cucina.

Di questo porta schiscetta sono state realizzate due collezioni, che devono la loro colorazione a due ingredienti “cult” della tradizione culinaria italiana: Pasta al pesto, con tinte ricavate dal basilico, e Pasta all’arrabiata, i cui colori sono stati estratti dal peperoncino.

Furo Chic: tradizioni giapponesi e sostenibilità per la mia schiscetta

Quando Alessandro Vannicelli, mente creativa di Schisciando, mi ha raccontato di questo progetto dicendomi “vedrai che ti piacerà”, ho capito che sarebbe stata una piacevole sorpresa. Alessandro mi conosce e non sbagliava: tradizioni orientali e sostenibilità in un unico prodotto… MIO!

Come capita spesso quando una cosa mi entusiasma, ho fatto un po’ di domande a zio Google e ho trovato un sito interessantissimo con tutti gli stili di “piegatura”, dal porta libri alla borsetta, per il fusroshiki. E, as usual, ho creato una board di Pinterest dedicata, per lasciarmi travolgere dalle immagini, dalle idee e dai colori. Se anche voi volete entrare nel tunnel del Furo Chic, questa bacheca fa per voi.

Follow me on Pinterest.

FURO CHIC

Prodotto a mano in cotone biologico, il Furo Chic può essere usato in pausa pranzo anche come tovaglia personale, mantenendo la versatilità del furoshiki giapponese e le sue molteplici possibilità di utilizzo: a seconda di come viene annodato, può diventare ad esempio una pratica custodia porta tablet o una borsa smart.

Furo Chic unisce a una lavorazione tradizionale d’eccellenza, un design contemporaneo. Due tonalità di colore lo caratterizzano: quella del cotone naturale, non sbiancato né tinto, capace di donare al tessuto una delicata raffinatezza. E quella della stampa, realizzata in negativo utilizzando enormi telai serigrafici con colori vivaci derivati da verdure e spezie, frutto dell’intensa attività di ricerca e sviluppo di Altriluoghi. Serigrafie di grande impatto realizzate a quattro mani: la superficie di stampa infatti copre tutta l’ampiezza del Furo Chic.

Furo Chic è realizzato con uno storico telaio a navetta utilizzando un filo di cotone biologico proveniente dall’India e importato attraverso il commercio equo e solidale. La tela viene prodotta a Biella, storico polo tessile italiano, seguendo tecniche e metodi di rigorosa manifattura italiana.

Click.

Furo Chic: tradizioni giapponesi e sostenibilità per la mia schiscetta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.