Orsone: il progetto della famiglia Bastianich, dove il legame con il territorio ha uno spirito internazionale

Tra i Colli Orientali del Friuli è nato Orsone, il progetto della famiglia Bastianich. Uno spazio versatile, che mantiene la sua identità declinandosi in varie proposte: la Taverna, con uno stile casual e conviviale, il Ristorante, pura espressione della cucina Bastianich e il Bed & Breakfast, con 5 camere affacciate sui vigneti della Cantina Bastianich.

Joe e Lidia non hanno bisogno di molte presentazioni. Con alle spalle l’esperienza di tanti anni nel mondo della ristorazione, Orsone è il loro progetto di famiglia, un rifugio dove mettere radici, un’eredità da lasciare alle nuove generazioni.

Un “rientro” in Italia cominciato nel 1997 con l’avventura della Cantina Bastianich, il cuore da cui il progetto Orsone ha preso vita. Il forte legame con il territorio comincia già dal suo nome, l’antico toponimo riferito alla collina su cui sorge l’azienda, nella frazione di Gagliano, alle porte di Cividale del Friuli.

Negli ultimi anni il progetto è cresciuto, trasformando Orsone in un luogo dedicato all’ospitalità dallo spiccato approccio internazionale, in cui vivere un’esperienza completa: dal terroir alle viti, dalla cantina alla cucina gourmet.

Ristorante Orsone - Bastianich

amuse-bouche di gazpacho con olio all’erba cipollina e carota baby

Ho avuto il piacere di visitare Orsone in una bellissima giornata di agosto, calda e ventosa, immergendomi nei ritmi calmi della vita tra i filari, nei luoghi dove la famiglia Bastianich trova rifugio e riposo.

Dopo una visita alla Cantina Bastianich (distribuita in Italia in esclusiva dal Gruppo Meregalli), ancora inebriata dai colori e dai profumi intensi della natura (sì, ok, anche da qualche calice di Vespa Bianco…), mi sono seduta ad uno dei tavoli del Ristorante Orsone. Una sala dal mood classico contemporaneo, colori tenui e dettagli scelti con estrema cura, e una grande apertura sulla cucina, che svela l’operatività dello staff.

Dopo uno sguardo veloce al menù non ho avuto esitazioni e mi sono lasciata sorprendere dalle proposte dello chef, Eduardo Valle Lobo. Di origine madrilèna, Eduardo arriva direttamente da Del Posto, il locale newyorkese della famiglia Bastianich. Un bel cambio di prospettiva, mi racconta, da una New York che non dorme mai al Friuli, discreto e silenzioso dove la terra ti parla a gran voce e le materie prime hanno sapori netti e rassicuranti.

Tradisce le sue origini già dal primo assaggio, un gazpacho leggero, accompagnato da un olio aromatizzato all’erba cipollina. Ma è con l’antipasto che capisco lo spirito di Orsone: materie prime e piatti della grande tradizione riletti in chiave personale, che si fondono perfettamente in uno stile di cucina italo-newyorkese e contemporaneo.

Ristorante Orsone - Bastianich

tartare di cuori di bue, sfere di burrata, granola di quinoa all’aglio nero e capesante

Un menù sempre nuovo e in evoluzione che, seguendo il ritmo delle stagioni, spazia tra alcuni grandi classici della cucina di Lidia o si lancia temerario alla scoperta di nuovi accostamenti. Come questa tartare di cuori di bue, servita con capesante scottate, granola di quinoa all’aglio nero e sfere di burrata.

freddo – caldo, tenero – croccante, sapido – cremoso

In un crescendo di stupore e scoperta assaggio loro, le orecchiette di grano arso, saltate con cicoria, salsiccia NY style e mazzancolle e insaporite da un pesto di piquillo, un peperoncino dolce di origine spagnola, altra firma dello chef.

Ristorante Orsone - Bastianich

orecchiette di grano arso, salsiccia NY style, pesto di piquillo, mazzancolle e cicoria

Ristorante Orsone - Bastianich

petto di faraona in alga nori con cipolle e pere cotte nel Morellino di Scansano, valeriana con latte fermentato

Dopo assaggi di Sauvignon e Vespa Bianco è ora il turno del Vespa Rosso, strutturato e leggermente speziato, perfetto in abbinamento al secondo di carne: petto di faraona in alga nori servito con cipolle e pere cotte nel Morellino di Scansano e olio di santoreggia.

Di nuovo emerge lo stile della cucina di Orsone:

la ricerca e il rispetto degli ingredienti di qualità, lavorati e valorizzati in accostamenti di stampo internazionale

Non potevo non concludere con questo “sospiro di primavera”, tanto bello quanto gustoso.

Consistenze e temperature di nuovo a contrasto, il sorbetto di pera e sambuco, il tortino alle mandorle, la ricotta di bufala e le foglie di shiso, una pianta aromatica orientale. Equilibrio, ricerca, tradizione e innovazione.

Esco da Orsone sazia, di gusti, profumi e di idee, di esperienze e storie di vita fatte di grandi cambiamenti, con l’emozione di aver sbirciato e fatto parte, anche solo per poche ore, della storia di una famiglia che ha fatto del cibo un labor of love.

Click.

Ristorante Orsone - Bastianich

sospiro di primavera: pera cotta, tortino alle mandorle, ricotta di bufala, sorbetto e foglie di shiso

ORSONE RISTORANTE e B&B

via Darnazzacco 63 -Cividale del Friuli, frazione Gagliano (UD). T +39 0432 732053 www.orsone.com  [email protected]

Ristorante Orsone - Bastianich - la sala

la sala, curata nei minimi dettagli, con una vista sull’operatività della cucina

L’ORTO DI LIDIA

Nel giardino di Orsone c’è un angolo verde curato da “mamma Lidia”, dove la famiglia e lo staff coltivano erbe aromatiche e verdura di stagione.

D’estate L’orto di Lidia si trasforma in un’esperienza vegetariana (vegetale come la chiama Joe) per 2 o 4 persone, grazie al delizioso Chef’s Table nel centro dell’orto, circondato dai profumi di stagione e con una vista mozzafiato sui filari. A cena su prenotazione, sotto le suggestive luci di lanterne e candele, lo chef Eduardo Valle Lobo serve direttamente a questo tavolo i piatti della proposta vegetariana, creati seguendo i ritmi della terra e delle stagioni, e li rifinisce davanti agli ospiti.

Un’esperienza davvero unica.

L'orto di Lidia - Orsone

L'orto di Lidia - Orsone

l’orto di Lidia nella luce del tramonto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *