TORTELLI DI CASTAGNE CON RAGU’ D’ANATRA

Passato bene il Natale? Io sono ancora nel tunnel della farina di castagne (il disco adesso è cambiato, il tormento deriva dal fatto che una volta aperta è meglio consumarla a breve).
Bene, cara mamma, questi tortelli sono per te.

Ho preso 8 cucchiai di farina di castagne, 1 uovo e un pizzico di sale e ho formato una palletta liscia che ho fatto riposare per un’ora.
Intanto ho preparato il ragù: ho tritato un 1 coscia d’anatra e l’ho soffritta con cipolla e carota a dadini, un filo d’olio e una macinata di pepe nero. Ho sfumato con 1 bicchiere di vino bianco secco e ho lasciato evaporare per una decina di minuti. Ho aggiunto 2 mestoli di brodo di pollo e ho fatto cuocere, a fuoco basso, per circa 40 minuti.

Ho prelevato un cucchiaio di ragù e l’ho mischiato ad 1 fetta di pane ammollato in poco latte, 1 cucchiaio di grana padano grattugiato e un uovo.
Poi ho steso la pasta in quattro rettangoli stretti e luuuunghi, ho posizionato 4 piccole quenelle di ripieno a distanza regolare su due strisce e ho coperto con le strisce di pasta rimaste. Ho fatto pressione con le dita intorno al ripieno per eliminare le bolle d’aria che in cottura romperebbero il raviolo. Poi ho tagliato a quadrotti e bollito in abbondante acqua salata, circa 5 minuti.
Ho unito i ravioli al ragù e ho servito.
Click.

Tags

7 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.